Art Faces. Francois Meyer e i suoi ritratti d’artista nella Collezione Würth. L’esposizione del fotografo svizzero ad Art Forum Wurth Capena- Roma.

Andy-Warhol_©François-Meyer_7220-590x40097928758-C426-4877-B0E3-197D117F69ED-590x468Piet-Mondrian_©Arnold-Newman_7147-353x59086761-1_Salvador_Dal_Jean_Dieudaize_7055Roy-Lichtenstein_©François-Meyer_7129-590x39755A59655-FEA5-4628-B8B3-51A058E75C06-440x590Jean-Michel-Basquiat_5978-1-590x583Niki-de-Saint-Phalle_©Monique-Jacot_7199-414x590Sam-Francis_3474-590x446

Dopo esser stata presentata per la prima volta nel 2003 alla Kunsthalle Würth di Schwäbisch Hall, la mostra “Art Faces. Ritratti d’artista nella Collezione Würth” fa tappa all’Art Forum Würth Capena, visitabile fino al 14 marzo 2020. La collezione di “Art Faces” ha inizio dall’opera del fotografo svizzero François Meyer che, spinto dalla curiosità nei confronti della persona che si cela dietro un’opera d’arte, intraprende l’ambizioso progetto di realizzare una collezione di fotografie di ritratti d’artista. François Meyer inizia a raccogliere le sue opere nel 1975, quando lavora come fotografo per il mondo dell’arte e collabora con riviste quali L’Oeil, […]

  

Made in America. Le mille luci di New York. Campioni dell’Espressionismo Astratto Americano in mostra alla Open Art di Prato.

01 - MADE IN AMERICA04 - MADE IN AMERICA03 - MADE IN AMERICA02 - MADE IN AMERICA

Basta muoversi, girare, visitare, per scoprire le belle mostre sull’arte contemporanea. Questa di cui adesso accennerò è una di quelle esposizioni non solo storiche ma segna un capitolo dell’arte statunitense.  La rassegna presenta una selezione di 30 opere di artisti che hanno esposto alla Martha Jackson Gallery di New York, da Paul Jenkins a Sam Francis, da James Brooks a Norman Bluhm, da Michael Goldberg a Fritz Bultman, oltre a quelle di altri importanti esponenti dell’Espressionismo Astratto americano quali John Ferren, John Grillo e Conrad Marca-Relli, e alle sculture di Beverly Pepper. Fino  al 27 gennaio 2018, la Galleria Open […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019