Giovanni Battista Crema, artista tra Divisionismo, Simbolo e Realtà. Una preziosa retrospettiva di un grande alla galleria Berardi di Roma.

e6592bb3-cd26-49b2-88c7-2658f280400eA 94793459992c4-e647-48f9-934f-9e89afb32e0f

Originale interprete del divisionismo italiano, Giovanni Battista Crema è stato uno dei più prolifici pittori della scena romana dei primi decenni del Novecento. Nato a Ferrara da famiglia facoltosa, nel “Palazzo Crema” di via Cairoli dalla suggestiva loggia quattrocentesca, Crema dimostrò già in tenera età sorprendenti doti di disegnatore, tali da spingere il padre – l’avvocato Carlo Crema, che desiderava per il figlio una carriera giuridica – a mandarlo nella bottega del ferrarese Angelo Longanesi-Cattani nel 1897. Appresi i rudimenti della pittura, il giovane decise di trasferirsi a Napoli per seguire gli insegnamenti di Domenico Morelli, allora all’apice della celebrità. […]

  

Gaetano Previati tra Simbolismo e Futurismo. Al Castello Estense di Ferrara la grande mostra del maestro nel centenario della morte.

05-Previati_02.009. ridotto022.ridotto024.ridottolarge

In occasione del centenario della morte, la città natale rende omaggio a Previati con una mostra organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, che conservano un vasto fondo di dipinti e opere su carta dell’artista. La rassegna, aperta fino al 7 giugno 2020, presenta al pubblico più di sessanta opere, accostando olii, pastelli e disegni delle collezioni civiche ferraresi (circa trentacinque) ad un notevole nucleo di opere concesse in prestito da collezioni pubbliche e private. Completano la selezione alcuni importanti documenti inediti. L’esposizione vuole evidenziare la tensione costante nella ricerca di Previati verso il superamento […]

  

I simboli di Ennio Bencini, in mostra a Cologno Monzese, diventano il cuore pulsante della storia e immaginario dell’Europa cristiana.

chiesanticaspiritualitàrequiem - omaggio a G.Verdi, 115x57 cm, 2013storia dell'uomo 86x59, 2002mistero dell'incarnazione 90x60, 2012012

                         Nella restaurata chiesa seicentesca (eretta nel 1578) di San Marco e Gregorio a Cologno Monzese-Milano si snoda in questi giorni, lungo le navate sconsacrate, la bellissima mostra antologica di Ennio Bencini, uno degli artisti italiani più coinvolgenti per via dei capitoli sul sacro, e quella sorta di immaginario veicolato da simboli forti che appartengono all’Europa cristiana. Il tratto iconico vive significatamente attraverso il simbolo, ormai qui diventato un po’ il cuore pulsante di ogni suo lavoro. E’ certa ed è affascinante la tecnica di lavorazione di ogni opera, ove respirano frammenti e oggetti fra i più vari, assemblati in […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2020