f19dddc346cc111f733ca2046cb1c7b97d28e15181d874e11ea3f6817c9a5d1b784e0dda91b90d354f73abb1bc0fbf8aee8ec8d58aa5160ea49085-Fig_10feaed6f482acc474e684793a22a81a0935b8625c9ddca75f5cbb74ed23d736e9cd9e7a457d011d7d2e81bd79d60fe133dccf817835755e3a3da6b4d

Stupisce molto questa mostra, e stupisce per i soggetti mirati al tema individuato alla costruzione dell’esposizione. Circa trenta opere del Seicento e Settecento, prevalentemente provenienti  dai depositi della Galleria Palatina e dalla Galleria delle Statue e delle Pitture (entrambe facenti parte del complesso delle Gallerie degli Uffizi creato dalla recente riforma), illustrano soggetti figurativi bizzarri ricorrenti nelle collezioni medicee. Si tratta di scene cosiddette ‘di genere’, che nell’universo codificato di questo tipo di pittura,hanno permesso  di illustrare, spesso anche con intenti morali o didascalici, aspetti comici della vita sociale e di corte, cioè quei temi ritenuti altrimenti bassi e privi […]