Borgese, Cecola e Godi, tre artisti meridionali che seppero nobilitare la figurazione in senso moderno. Una mostra al Museo Nazionale di Castello Pandone a Venafro/Isernia.

398e14314d36dfd89c698bb272430977eddd82ca7efe1f8b1c76d7e76622f0283dc6862df9cf8dccGodi-15 - Monterotuni - 2011 - 30 x 40 - olio su tavolacastello-pandone-ingresso-principale.600

Il Polo Museale del Molise inaugura la mostra “Transiti. Borgese-Cecola-Godi” presso il Museo Nazionale di Castello Pandone. La mostra ripercorre il sodalizio umano e creativo di tre artisti accomunati da profonde affinità di visione e di ricerca artistica: Ugo Borgese, Carmine Cecola e Goffredo Godi. I tre, vale a dire i pittori Borgese e Godi, e lo scultore Cecola, legati al contesto romano, sono stati molto amici negli anni e sono stati tutti attivi sul versante figurativo, conservando un solido legame con la tradizione, interpretata però attraverso personali e aggiornate soluzioni formali. Di due in particolare negli anni mi sono interessato […]

  

Girolamo Comi (1890-1968) e il suo Spirito d’Armonia. Una mostra a Lecce, nel cinquantesimo della morte, ne ricostruisce la vita e la produzione poetica di uno dei maggiori poeti italiani del Novecento.

Un-dipinto-di-Vincenzo-Ciardo-696x573bCasa-Comi-a-Lucugnano6-32015-03-07 18.25.01poesia-Gatto-x-ComicomiTricasenews_Palazzo_ComiIMG_07148-2

Nelle sale del Convitto Palmieri a Lecce ( visitabile fino al 15 giugno 2019), la mostra  “Girolamo Comi. Spirito d’Armonia”, ovvero la prima grande mostra sul poeta e scrittore salentino che nel 1948, dopo gli studi in Svizzera e le esperienze parigine e romane, fondò nel suo palazzo a Lucugnano l’Accademia Salentina, un vero e proprio avamposto della cultura letteraria e artistica dell’Italia del dopoguerra. Ideata da Luigi De Luca, direttore del Polo biblio-museale di Lecce, con la curatela di Antonio Lucio Giannone, Lorenzo Madaro, Mauro Marino e Brizia Minerva e il progetto grafico e l’allestimento di Big Sur, la […]

  

Oscar Marziali il francescano nella Terra dei Fioretti. Una straordinaria mostra nelle Cantine del Bramante a Loreto.

davBlogImage.ashxCartolina-OK-2017-pag1-e1487162798105manifesto_marziali-1024x862Marziali-San-Francesco-riceve-le-stimmateMostra-Marziali-2-2-500x334site_gallery_20180423_173013

Tra fine 2018 e inizio 2019 esposta presso le Cantine del Bramante della Delegazione Apostolica di Loreto la mostra “Oscar Marziali nella Terra dei Fioretti”, pittore marchigiano definito come “francescano” in quanto da sempre affascinato dal carisma di San Francesco d’Assisi. Egli raffigurò molte scene ambientate nella cosiddetta “Terra dei Fioretti”, ovvero le Marche, dove il francescanesimo si è rapidamente diffuso e si è fortemente sviluppato, caratterizzato da una particolare vicinanza con il sentire popolare. La mostra a Loreto, di carattere antologico e con secondo polo espositivo a Monte San Pietrangeli, paese natale dell’artista, rappresenta un importante evento per far […]

  

Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivere. Aperto a Napoli il forziere delle meraviglie al Museo e Real Bosco di Capodimonte.

86063-03-casciaro_paesaggio_OA7740_0271ceramica2-420x455calcedonio_reina_ragno_chiostro_0405bde_maria_il_voto_0380bciardo_notturno_leccese_0396bman-franceseforse-fruttierA-CON-PUTTI-DANZANTIpostiglione_monaca_adorazione_0448

Nell’immaginario collettivo i depositi sono universi chiusi, sotterranei polverosi, custodi impenetrabili di tesori nascosti e ignorati, spesso associati al mito e al mistero. Si originano dalle scelte fatte dagli uomini, identificano un’epoca e, attraverso la selezione delle opere, rendono possibile rintracciare un gusto, una ragione storico artistica, una esigenza conservativa. Nonostante la vastità dello spazio espositivo – 15.000 mq organizzati in 126 sale – anche il Museo di Capodimonte conserva parte della sua collezione in cinque depositi medi e grandi che conservano opere di ogni tipo, importanti, con attribuzione incerta, in condizioni conservative precarie. Tra queste vi sono, ad esempio, la collezione di oggetti esotici del Capitano James Cook […]

  

Muoiono gli ulivi e muore il Salento . La Xylella fastidiosa sta deturpando come peste uno dei luoghi più belli d’Italia.

images.jpg10untitled1427484273-1427484236-xy2untitled.png2untitled.png1img_archivio11242014152239cattura29images.jpg42_img0022

Il Salento è invaso dalla peste Xylella fastidiosa. Milioni di ulivi stanno morendo e aprono così la strada alla desertificazione. Un dramma e un danno paesaggistico ed economico per l’intera Italia e non solo per la Regione Puglia. Avendo casa nel Salento e proprio nel Capo di Leuca ho pianto a vedere dal vivo alberi secolari attaccati da questa peste importata. Sappiamo cos’è la Puglia con i suoi ulivi, con i boschi di ulivi. Non è pensabile sapere un Salento e una Puglia senza questo patrimonio millenario. Scrittori e poeti hanno cantato l’albero di ulivo, ad iniziare dall’amico poeta barone […]

  

La voce del mare dipinta da Claudio Malacarne, maestro della neofigurazione italiana.

Ecco una serie di mostre personali di Claudio Malacarne (Mantova 1956) che si sono tenute e si terranno in Europa, la prima a Monaco di Baviera tra marzo e aprile, poi in Maggio nuova mostra personale a Coburgo presso la Galleria Spath, e ancora a maggio al MAC di Crotone. E’ l’interesse verso il tema del mare, dei mari d’Italia e delle coste che avvolgono la nostra penisola, cantati e decantati con i colori e la materia da Claudio Malacarne. Dipinge il mare da sempre, ne ha fatto un cavallo di battaglia, una battaglia anche sociale, di salvaguardia del sistema […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019