Sadiq Khan, primo passo falso

Sadiq-Khan2

Il nuovo sindaco di Londra, Sadiq Khan, deve ancora iniziare a operare e parte già molto male con alcune controverse dichiarazioni sulla campagna elettorale americana, prendendo di mira il candidato repubblicano Donald Trump e lanciandosi personalmente in mezzo con la ben nota retorica del vittimismo che però poco lo riguarderebbe. Khan ha dichiarato al Time: “Voglio andare in America e confrontarmi con i sindaci americani. Se Donald Trump diventa presidente, in virtù della mia fede mi sarà impedito di andarci”. Khan si è detto fiducioso che la politica di Trump non vincerà in America. Non è ben chiaro per quale […]

  

Centri islamici: perchè Olivier Roy sbaglia

bosnicTN mesinovic karamaleskiCerantonio con la bandiera nera davanti a San PietroMusa Cerantonio alla trasmissione dedicata alla dawa "La Verità"L'attivismo islamico di Cerantonio ad Argentaarrest cerantonio

Ultimamente sta andando molto in voga la teoria secondo cui i centri non sarebbero soltanto immuni dal radicalismo ma costituirebbero persino un vero e proprio baluardo, assieme all’associazionismo islamico, contro l’estremismo. A sostegno di tale visione viene spesso propinata una presunta affermazione dell’islamologo Olivier Roy secondo cui nessun membro dell’ISIS ha mai fatto parte di associazioni islamiche, fatto volontariato in moschea o difeso le cause siriane, egiziane o palestinesi. Peccato però che le cose non stanno esattamente così e chiunque si occupa seriamente di sicurezza ha bene in mente alcuni elementi: 1- Estremismo e terrorismo non sono sinonimi. L’estremismo fa […]

  

Profughi e terrorismo, il pericolo infiltrazione

image

Per diverso tempo alcuni giornali, membri delle istituzioni e analisti hanno sistematicamente ribadito che il rischio d’infiltrazione da parte dei terroristi nel flusso di profughi proveniente da Africa e Medio Oriente era praticamente inesistente e che tale ipotesi non era altro che una strumentalizzazione contro l’accoglienza. Ovviamente chi osava ipotizzare tale eventualità veniva immediatamente bollato come xenofobo, razzista, reazionario e chi più ne ha più ne metta. Del resto si va a toccare un tasto delicato considerato che il traffico di profughi, come affermato dallo stesso Buzzi di Mafia Capitale, rende più della droga. Un business milionario non soltanto a […]

  

Combattere il terrorismo senza condividerne il significato?

terr

Oggi si parla tanto di lotta al terrorismo ma non esiste ancora una definizione del fenomeno universalmente accettata e condivisa. Purtroppo il termine “terrorismo” spesso viene declinato e adattato in base alle necessità di chi lo utilizza, in base ai target dei “terroristi”, se “alleati” o “nemici”, ma non è certo questo il metodo idoneo per una corretta prospettiva. Basta pensare alla Turchia di oggi, esempio perfetto, dove il governo islamista di Erdogan accusa di terrorismo i gruppi curdi del PKK e del YPG ma contemporaneamente fornisce sostegno ai jihadisti dell’ISIS e ai qaedisti di Jabhat al-Nusra; governo tra l’altro […]

  

La scomparsa dello studente di Cambridge: cosa è successo a Giulio?

regeni foto

Il tragico epilogo per la vicenda dello studente friulano Giulio Regeni, scomparso al Cairo lo scorso 25 gennaio, ha lasciato tutti sconcertati. Il corpo privo di vita del ragazzo è infatti stato trovato ieri sera in un sobborgo del Cairo, Hazem Hassan. Il quotidiano locale al-Watan parla di un corpo totalmente nudo nella parte inferiore, con tracce di tortura e ferite”. La presenza di bruciature sul corpo di Giulio Regeni e’ segnalata invece da una fonte a conoscenza dei dettagli del caso all’Associated Press. Giulio era dottorando a Cambridge e da settembre abitava in un appartamento del Cairo per scrivere […]

  

Colonia: molestie d’importazione?

Manifestazione 'Pro NRW' di simpatizzanti per la libert e contro l'Islam a Colonia

I dati sulle aggressioni di Capodanno a Colonia diventano sempre più agghiaccianti, tanto che l’Ansa parla di un “elenco della vergogna” : “…un documento di 13 pagine pubblicato dalla Bild online, dove la polizia descrive con minuziosa precisione e tipico linguaggio burocratico, la notte del Capodanno dell’orrore vissuto da centinaia di donne di Colonia”. Intanto il numero delle denunce aumenta e non soltanto a Colonia, ma anche in altre città europee tra cui Amburgo, Salisburgo e Zurigo. Il ministro dell’interno del Nord Reno Westfalia Ralf Jaeger è stato chiarissimo davanti a una commissione speciale sulle violenze di Colonia: “In base […]

  

Le misure anti-molestie di Colonia che penalizzano le vittime

colonia-molestie-capodanno

Le misure anti-molestie annunciate dal sindaco di Colonia, Heriette Reker destano serie perplessità in quanto non soltanto non risolvono il problema sicurezza ma paradossalmente sembrano penalizzare le stesse vittime degli abusi. E’ plausibile credere che la Reker voglia continuare a sostenere ad oltranza le sue politiche di accoglienza, ma davanti ad episodi del genere è necessario prendere immediati provvedimenti che facciano rispettare la legge e che tutelino l’incolumità del cittadino e non l’ideologia. Le linee guida del Primo Cittadino sembrano invece andare in ben altra direzione per sfociare addirittura nel contraddittorio, ad esempio: “Mantenersi a distanza di sicurezza da persone […]

  

Yusuf Qaradawi piange la morte di Alloush, il massacratore di sciiti.

qaradawi1mbstatementfollia puraminacce russia2

Con un post pubblicato il 26 dicembre scorso la guida spirituale dei Fratelli Musulmani, Yusuf Qaradawi, invocava la misericordia di Allah nei confronti del “martire” Zahran Alloush, leader della milizia  siriana “Jaish al-Islam” e loda i jihadisti contro la “cospirazione” in Siria: “Che Allah abbia misericordia del martire Zahran Allouch, comandante di Jaysh al-Islam, che Allah garantisca la vittoria ai combattenti sulla via della loro libertà e della loro dignità, che Allah faccia tremare i troni di coloro che cospirano contro il popolo siriano”.   Come già detto in precedenza, Allosuh era ben noto per aver invocato la pulizia etnica […]

  

Mosca elimina leader jihadista dei “ribelli moderati” sostenitore della pulizia etnica degli alawiti e degli sciiti

Sukhoi-Su27-Russian-Air-Force-Wallpaper

I jet dell’aviazione russa hanno eliminato Zahran Alloush, leader della milizia jihadista siriana di matrice salafita “Jaish al-Islam”, parte del neo-nato Fronte Islamico anti-Assad, appoggiata dall’Arabia Saudita, tanto da essere stata invitata ai colloqui di Riyadh di inizio dicembre. Il suo successore è Abu Himam al-Buwaydani, 40 anni, di Douma e proveniente da una famiglia con forti legami con i Fratelli Musulmani, secondo quanto riferito dal Telegraph. [1] Quegli stessi Fratelli Musulmani che avevano recentemente invocato la jihad contro Mosca. [2] [3] Alloush aveva invece invocato la pulizia etnica di sciiti e alawiti dalla zona di Damasco, definendo la loro […]

  

Estremista rilasciata a Palermo: qualcosa non funziona in Italia

Khadija-Shabby

Khadija Shabby, la 45enne ricercatrice in Scienze economiche, aziendali e statistiche nell’Ateneo di Palermo, sulla quale la procura palermitana ha realizzato un corposo fascicolo,che ne attesta i contatti con foreign fighters, la propaganda per Al Qaeda sul web e rapporti familiari con esponenti di un’organizzazione terroristica coinvolta nell’attentato all’ambasciata americana in Libia nel 2012, se n’è tornata nella sua casa del centro storico del capoluogo siciliano. Uniche restrizioni, l’obbligo di dimora con divieto di uscire nelle ore serali. La donna è stata rilasciata perché secondo il gip, Fernando Sestito, non sussiste il pericolo di fuga né di inquinamento probatorio. Una […]

  

Il blog di Giovanni Giacalone © 2018