“Tutti pazzi in casa mia”: i coniugi giocano al tradimento più grosso

zz1zz3zz2zz4

Una giornata qualunque che diventa un incubo. Con le magagne del passato e un presente soffocato da un’ipocrita tranquillità. Il tran tran di una famiglia borghese finisce sconvolto dalle confessioni. Ammissioni con il beffardo sapore di uno smacco multiplo. A chi l’ha combinata più grossa. Tutti pazzi in casa mia di Patrice Leconte mette in burla il paradosso di un matrimonio… a quattro. Lui – Christian Clavier di Non sposate le mie figlie – che tradisce lei con la sua migliore amica. Lei – Carole Bouquet di Buffet freddo e Troppo bella per te di Bertrand Blier – tradisce lui con […]

  

“Kreuzweg”: la via crucis di Maria. Oggi

Unknown-4Unknown-1imagesUnknown-3Unknown-2

Se sacrifico la mia vita, potrò salvare quella di mio fratello….   Il catechismo di oggi e le domande di sempre. Eterni interrogativi dalle risposte evangeliche. Semplici quanto profonde. Un “testamento” che l’uomo fatica a immergere nella sua quotidianità. A praticare. Anche se la parola amore vale cinque sole lettere. Così facili a pronunciarsi. Così difficili a tradurre in gesti e opere. Concrete come la vita degli uomini. Kreuzweg – Le stazioni della fede di Dietrich Brüggeman è la via crucis di un Cristo moderno con le fattezze di una ragazzina che, non a caso, si chiama Maria. Il nome […]

  

“Dheepan”, le tre vite di un cingalese che s’incammina verso la felicità

imagesUnknown-3images-1UnknownUnknown-2Unknown-1

Il colore del vivere sta tutto lì. Talvolta. Migliaia di cerchietti fosforescenti che ammiccano ebeti nel buio. Il popolo delle discoteche e del divertimentificio non c’entra. Stavolta. Dheepan – Una nuova vita di Jacques Audiard, Palma d’oro 2015 a Cannes, guarda attraverso luci e colori. Risplende nell’oscurità. E’ il bagliore fioco della tristezza a basso prezzo. Ma ad altissimo costo. Quei cerchietti che brillano penetranti, altro non sono che lampi di chi vive fuggendo. Con la sua mercanzia da due lire. Ammennicoli che durano lo spazio di una sera. E di una follia. Forse, un tuono di passione effimera. E finiscono […]

  

“The lobster”, il guscio dell’amore per i forzati del non sentimento

Unknownimages-2imagesIMG_2535.CR2IMG_0930.CR2images-1

-“Dovrà trovare una persona uguale a lei. Se non ci riuscirà, retrocederà al regno animale. Per sempre. Che cosa desidera diventare, eventualmente…” -“Un’aragosta”.   Ossessione della somiglianza. Incubo perenne di un interrogativo ambiguo. Occorre essere uguali o diversi perché l’amore sia di quelli eterni e senza crisi. Allargando il tema, senza poi discostarsene granché, il successo di un’unione coniugale – qualsiasi sia la sua natura – è garantita dalle affinità oppure queste sono il sale della noia, tra analogie che portano all’appiattimento del dialogo e del confronto. L’argomento è di quelli che non si esauriscono, ma si regge su un […]

  

“Woman in gold” dipinta da Klimt: quando i nazisti rubarono la patria

Unknownimagesimages-2imagesimages-3

“Il passato è il passato. Dobbiamo lasciarlo andare”.   Tesi e antitesi. Tra acquiescenza, come consapevolezza di ciò che è stato, e l’implacabile sete di una giustizia truffata. Come la Storia. Quella vera. E un dipinto famosissimo, a metà strada fra una dittatura che morde, un saccheggio vandalo, un frammento di collezionismo e l’Olocausto. Woman in gold di Simon Curtis è il racconto di vicende di vita vissuta dove nulla è romanzato. E anche se il tema può apparire una rivisitazione – in fondo, le opere d’arte trafugate dai nazisti sono l’asse portante anche di altri film come il recente […]

  

“Black mass”, il pirata Depp vende la mafia

z1z2z3z4

-Un patto con l’Fbi… -No, Jimmy. Un patto con me.   Le strade dei bassifondi di Boston creano alleanze. Siamo nel Southend dove la mafia italo americana contende ai ruspanti boss a stelle e strisce un territorio fatto di tutto. Droga. Alcol. Prostituzione. Gioco d’azzardo. Ma soprattutto l’impunità di sentirsi padroni. E tenere in pugno le vite altrui. Laggiù sull’asfalto macchiato di sangue e di birra legami indistruttibili si sono cementati. Esistenze oltre il muro delle professioni. Oltre le scelte. Il crimine e la legge. Quando appartenere all’uno o all’altro è un confine labile e sfumato. Come l’orizzonte di una giornata […]

  

“Life”: scatti di vita da James Dean

Unknown-1Unknownimages-1Unknown-2images

-Sono un artista -Questo non sta a te dirlo, ma agli altri Un fotografo. Un attore. Storia di immagini, nate dall’intimità e rimaste nella storia, oltre che nell’immaginario collettivo. Dennis Stock è un giovane di belle speranze, con l’ambizione di diventare il più grande. Dietro l’obiettivo. James Dean ha gli stessi suoi anni. E non è ancora un divo, ma un ragazzo svogliato. La sorte lo ha messo nelle mani di Elia Kazan e tra le braccia di Pier Angeli, attrice di fascino in quel lontano ’55. Ma per Jimmy il mondo è tappezzeria e lui è qualcosa di avulso […]

  

“Janis” il male di sentirsi soli e famosi

z4zz2z1z3

Janis Joplin: Sono brava, sai. E sogno di diventare famosa come te… Bob Dylan: Non sono famoso, ma un giorno lo diventeremo tutti   Sette anni di ricerche. Foto inedite. Come tanti filmati. Rari. Unici. Testimonianze della sorella Laura e del fratello Michael, minori di lei. Interviste a chi suonò con lei. Chi ne accompagnò la voce. E ne scoprì il talento. Janis – Little girl blue, il documentario su Janis Joplin, uccisa dalla droga e dagli eccessi il 4 ottobre 1970, rende giustizia alla cultura musicale. Perché qualcosa che non c’era oggi c’è. Sulla celebre cantante rock e blues, negli […]

  

“Padri e figlie” da curare, non da vedere

Unknownimagesimages-2images-1

Amore e morte, storia di un binomio celebre. Dall’antichità, attraverso i secoli. Letteratura in versi. Concetti e idee. Sensazioni. Incroci che spesso intersecano le loro strade metaforicamente o realmente. In Padri e figlie di Gabriele Muccino il legame torna a mostrarsi, in connessione con un altro elemento che ne è  di fatto il tessuto connettivo. Ovvero, la paura. Paura di amare e di morire. Il terrore di ciò che la morte realmente evoca e consiste. Una perdita di valori cullati nel cuore. Katie è una bambina che rimane senza mamma in un incidente stradale e si lega profondamente al padre, […]

  

“Io e lei”, spine d’amore saffico

zz2z1

Una coppia. Ma forse una storia di coppie. Si trovano. Si lasciano. Si ricompongono. Alla maniera di un terzo millennio che ha sdoganato le più varie forme di amore. Sentimento. E, naturalmente, di accoppiamento. Io e lei di Maria Sole Tognazzi si addentra in un caso spinoso. Due lei, una delle quali lascia marito e figli per una compagna del suo stesso sesso. Un amore sofferto. Tra vergogna e bugie. Ferite di chi viene relegato in secondo piano per la sola colpa di amare. In buona sostanza, la convinzione di un amore omosessuale si scontra con la consapevolezza e il […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2018