Il cinema al tempo del Coronavirus è una fortezza vuota. Storia di un terremoto che ha messo in subbuglio e a soqquadro vite e consuetudini. Addio tecnologia surround e maxischermo, però. L’imperativo è adattarsi con le dimensioni più “umane”, solitamente in uso nelle case perché la Settima Arte bussa alla porta in stile XXI secolo. Ossia arriva attraverso internet e il computer che di virus – almeno in senso biochimico – non ne prendono e non ne trasmettono. Così, la passione di soddisfare la propria fame cinematografica assume i contorni delle novità in versione home video, ormai a prezzi ridotti. I servizi di spedizione a domicilio non si interrompono, quindi ordinare un dvd o un blu ray nei vari negozi virtuali è possibile. Dai rami vendita di Mondadori e Feltrinelli alle catene telematiche Amazon e Ibs – solo per azzardare alcuni fra i nomi più noti – c’è solo l’imbarazzo della scelta. I dischi hanno prezzi accessibili, largamente ammortizzati da chi poi decidesse di vederli in famiglia tra più persone. Le novità non mancano.

downton-abbey-sequel_jpg_1200x0_crop_q85

Tra le pubblicazioni recentissime spicca Downton abbey – Il film di Michael Engler, tratto dalla serie televisiva, approdato nelle sale in autunno che ora torna in una versione  domestica, arricchita di contenuti aggiuntivi che comprendono interviste a protagonisti, una scelta di scene poi escluse dalla versione definitiva, un riassunto delle puntate andate in onda in tv e molto altro ancora. Inspiegabilmente privo di contributi è invece L’ufficiale e la spia di Roman Polanski, recente vincitore tra mille polemiche ai César, gli oscar francesi. La qualità delle immagini è altissima e la visione è consigliata a chi ama unire la passione per la storia alla rilettura dell’attualità di uno dei pochi autori oggi in vita, al di là dei fatti personali. Giovedì uscirà Cena con delitto di Ryan Johnson e dopo una settimana sarà in arrivo anche Midway, per merito di Eagle pictures che ha distribuito pure l’opera su Richard Dreyfus. Il kolossal di puro epos americano si inserisce nella tradizione dei film di guerra rievocando i fatti che seguirono l’attacco giapponese a Pearl Harbor. Questi tre ultimi titoli escono in edizione combo – cioè dvd e blu ray – alla quale si aggiunge anche la declinazione in 4k.

953624 - ZOMBIELAND: DOUBLE TAP

Se L’immortale e il curioso Zombieland completano il panorama delle novità targate Universal pictures, altre sono le strade per… andare al cinema, restando comodamente seduti a casa. Gli amanti dei film indipendenti possono scegliere che cosa comprare o noleggiare, stando rigorosamente accomodati in salotto o davanti alla loro scrivania di casa. Semplicemente collegandosi al link https://tinyurl.com/towxqmp si potrà scegliere tra un ampio catalogo di titoli nuovi di zecca e altri un po’ più datati e da cineteca. L’ultimo film caricato in ordine di tempo è il drammatico Dio è donna e si chiama Petrunya di Teona Mitevska, ispirato a un fatto realmente accaduto in una Macedonia fortemente patriarcale e sessista. Si tratta di un’opera di valore rivolta a un pubblico che non ama i cosiddetti generi appartamenti al mainstream. Chi lo volesse vedere può scegliere il noleggio a 4,99 euro o l’acquisto a 9,99. In entrambi i casi si tratterà di un’operazione digitale. Una volta accordato il pagamento della somma di quanto richiesto si riceverà la chiave per l’accesso a una singola visione o il file compresso per l’archiviazione nel proprio computer. Tutto istantaneo, insomma. Alla faccia del virus.

dio-è-donna-e-si-chiama-petrunya-recensione-1

Cliccando sulla tendina “Prossimamente” nella barra superiore del sito si potrà scegliere poi tra una serie di titoli che vanno da L’Agnese va a morire di Giuliano Montaldo del 1976 a Lou von Salomè di Cordula Kabitz-Post, il biopic uscito a novembre sulla musa di Rainer Maria Rilke e Friedrich Nietzsche. In mezzo a questi estremi ci sono un’infinità di spunti tra i quali il recente Cyrano non amour di Alexis Michalik o La melodie di Rachid Rami, scontato a 5,99 per l’acquisto e 2,99 per il noleggio. Quest’ultimo prezzo, concordato con la casa di distribuzione Teodora, ha permesso di mettere a disposizione del pubblico un prestigioso listino a costi davvero irrisori. Tra i titoli da segnalare, tutti di fresca pubblicazione, a tariffe che variano tra 2,99 e 3,99, ci sono Girl di Lukas Dhont che ha sbancato Cannes nel 2018 fra gli emergenti, Il diritto di uccidere di Gavin Hood sui cecchini in Medio Oriente con una Helen Mirren in versione militaresca, La diseducazione di Cameron Post di Desiree Askhavan. Altre idee… La nostra terra di Giulio Manfredonia, 45 anni e Charley Thompson di Andrew Haigh, Diamante nero di Celine Sciamma, fino al pluriosannato cartoon La mia vita da zucchina.

Tag: , , , ,