“Scary stories” gioca con Halloween: lo scherzetto dell’inquinamento

imagesUnknownimages-2

Dì la verità… Lo spaventapasseri Harold non voleva saperne di sottomettersi alla mazza da baseball dei bulli di quartiere. E tanto meno si limitava a impaurire gli uccelli. Lui, Harold, era uscito dalle pagine di un libro ma nessuno lo sapeva. Stava lì a ingannare i pennuti con i crampi della fame e l’occhio ingolosito per qualche semino in più. Non leggere è lacuna pesante ma quei racconti erano davvero introvabili e nascondevano il segreto che Sarah Bellows aveva consegnato a un quaderno, regalatole dalla sua tata. Con quella sorta di diario, che tale mai fu, nelle cantine della villa […]

  

“Il signor diavolo” esiste eccome ma non ha la coda né le corna

imagesimages-1Unknown-1

Il diavolo esiste. Non è quello con le corna e la coda ma un essere impalpabile che si nasconde dietro volti e corpi, spesso conosciuti. Talvolta addirittura familiari. Ha mille nomi il demonio ma uno solo è il suo significato. Il Male. E in questa prospettiva si può meglio comprendere perché, fuori di favolistica metafora, non è poi così fantasioso affermare che anche lui fa parte di questo mondo e non soltanto dell’immaginario. Tantomeno appare peregrino chiamarlo con il titolo di “signor” che odora di bestemmia e sacrilega deferenza. Ma proprio questo omaggio, incauto e fuori luogo, si spiega con […]

  

“I morti non muoiono”: l’uomo è uno zombi nel mondo che ha distrutto

mor1mor2mor3

Nella notte dell’umanità, patria di un autunno che sembra riportare alle tenebre di un Medioevo impaurito dall’arrivo dell’anno Mille, morti e vivi si confondono. Si aggrediscono. Si rincorrono. La decollazione consente agli uomini di averla vinta sugli zombi, ma quando costoro attaccano le carni nulla può resistergli. E il passaggio non è un semplice transito nell’Aldilà ma un autentico trasferimento nella schiera dei combattenti che difendono il regno dei più. Centerville è un piccolo paese, da qualche parte nell’Ohio. E, francamente, poco interessa individuarlo sulla cartina. È un villaggio come tanti laggiù. Il comando di polizia. Un drugstore. Negozi che […]

  

“Pet sematary”, l’odio oltre la morte

PSM1pet1pet2

Gli animali, quando muoiono, vanno in paradiso.   La provincia, anche quella americana, offre una vita più serena delle rutilanti metropoli convulse e congestionate da traffico, stress e soprattutto lavoro. Almeno nell’immaginario collettivo. Di qua e di là dall’oceano. Ma forse la verità è che non si sta tranquilli neppure dopo morti e in ogni caso, il riposo eterno, è meglio rispettarlo. Louis Creed (Jason Clarke già incontrato in First man e Child 44) e la moglie Rachel (Amy Seimetz, vista in Charley Thompson) emigrano. Addio città. Meglio, molto meglio, un’esistenza sana in una villetta ai margini del bosco e niente […]

  

“Overlord”, la II guerra mondiale contesa tra horror e fantascienza

ove3ove1ove2

Il confine tra storia e fantascienza è più labile da quando i videogiochi hanno fuso il racconto di ciò che è stato con ciò che avrebbe potuto essere, conferendo al giocatore la possibilità di invertire e modificare il corso degli eventi. Overlord del regista australiano Julius Avery non ha attinenze con la relazione tra cinema storico e videogioco ma, in un certo qual senso, lambisce questo territorio per la massiccia componente di horror e immaginazione avveniristica che allontanano il film dalla realtà. Una pattuglia americana viene paracadutata, nel corso di un bombardamento aereo, nei pressi di un paesino francese, dove i […]

  

“The end?”, un horror mal riuscito al sapore di claustrofobia

END2

Gli alieni fuori. Il mondo che crolla. Un universo in decomposizione, visto dal buio di un ascensore che all’improvviso si blocca. E nulla c’entra con il caos, esploso fuori da quelle porte aperte a metà. Sul dramma di Roma invasa dai mostri, che con un morso contaminano chiunque, rendendolo un assassino indemoniato e assetato di sangue. Affamato di imporre anche ad altri il mostruoso aspetto ricevuto in eredità dopo il morso fatale. È una mattinata come le altre e Claudio Verona (Alessandro Roja già incontrato in Romanzo criminale), cinico e narciso uomo d’affari impermeabile anche alla dolce moglie, percepibile solo dall’altro capo […]

  

Locarno 17 / “Le buone maniere” per educare un lupo mannaro

969151969149969150

Dice la leggenda: i lupi mannari nascono dall’unione fra una donna e un prete o fra una persona sposata e un’altra libera   Notti di luna piena. Notti di trasformazioni. Carni dilaniate. Ululati e angosce. Il lupo che non ti aspetti nasce al colmo di una gravidanza che coinvolge in un tutt’uno due donne disperate. La prima, abbandonata dall’uomo che la sta per rendere madre, la seconda – senza lavoro – “sbranata” da un’affittacamere che non lascia tregua ai suoi debiti. Il bigotto cattolicismo brasileiro è la cornice di un dramma che potrebbe risultare goffo e invece riscatta uno status […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019