Grande guerra tra “Fango e gloria” Ma chi era davvero il milite ignoto…

Le promesse si mantengono. Anche da morti.             Guardando Roma dal Gianicolo svettano due chiazze bianche. Una è San Pietro e si sa tutto. L’altra, dietro piazza Venezia, è il mausoleo del Milite ignoto. L’altare della patria. Un soldato riposa lì dal 1921. Vi arrivò il 4 novembre. In treno. Da Aquileia. Terzo anniversario della fine del conflitto. Era uno dei tantissimi giovani, con buona approssimazione di certezza italiano, ad essere caduto al fronte. Ma non aveva un nome. Qualche leggenda, frutto di fantasia goliardica, è anche fiorita. Perfino recentemente. Tra libri dotti e azzardi […]

  

“Una promessa” fra due innamorati, pilotati dal grande burattinaio

Un amore tenuto segreto. Che gesto di immensa eleganza galante…           L’età del sentimento. I volti dell’amore. Cuore legato. Sposato. Cuore slegato. Innamorato. I confini del sentimento. E i confini del tempo. Un’età che fugge. Un’età che arriva. Un’età senza età. Tre protagonisti di un amore. Tre facce. Tre volti. Nessun triangolo. Non c’è competizione. Esiste complicità. Insondabile. Subliminale. Sottile. Congruenza, non esclusione. Anche se è la biologia, o forse il destino, a escludere. Entro questi steccati si muove Una promessa di Patrice Leconte. Siamo a inizio secolo. Ventesimo, s’intende. Anno del Signore 1912. E il […]

  

Andare “Alla ricerca di Jane” Austen, ma il sogno è una truffa olimpica

Se saprai sognare senza fare dei sogni i tuoi padroni  (Rudyard Kipling)           Jane non credeva ai suoi occhi. Ce l’aveva fatta. Era nell’universo di Jane. Che non è il proprio, ma quello della Austen. Catapultata in quegli anni a cavallo tra fine Settecento e primi dell’Otto. E in un mondo nel mondo. Quello della scrittrice inglese. Su misura per le donne. La femminilità. Il desiderio. Inseguire le orme della romanziera di Steventon, nata nel 1775 e morta nel 1817, non è operazione originalissima. Soprattutto in ambito cinematografico, dove la rivisitazione delle sue opere è fatto […]

  

“Before midnight”, Amore litigarello

Quando mi capita di osservare persone che litigano, allora dico… sì, questa è una vera coppia.           Amore che semina. E raccoglie a metà. Amore salato. Amore piccante. Amore salace. Amore logorroico. Quando a venir travolti sono loro, i baci. Sommersi da un’alluvione di parole. Torrentizio fiume in piena fatto di verbi audaci. Sostantivi paradossali. Frasi ironiche, ma avvelenate. E significati contesi. Lame  che affondano nelle carni dilaniate del passato. Nel sangue del presente. Nell’angoscia del futuro. Before midnight di Richard Linklater è la terza puntata di una serie iniziata molto tempo addietro, precisamente nel 1995 […]

  

“La vita di Adele” politically scorrect

L’amore non ha sesso, l’importante è piacersi. L’importante è essere felici.       Assalto di cromosomi. Frullatore di sensazioni. L’uomo come essere umano, plasmato dalla chimica e dalla biochimica, esce dall’ambiguità dell’adolescenza. E diventa. Uomo. Donna. Finalmente identità. La volontà prende forma. Il desiderio di essere si fa qualcosa di più concreto. Entra nel mondo, in buona sostanza. Un mondo capace di guardare distratto. Ma anche di attaccare, contaminato da pregiudizi radicati come cancri mentali. O mostrarsi disinteressato. Distaccato. E dissolversi. La vita di Adele di Abdellatif Kechiche, che ha sbancato Cannes vincendo il premio più importante, non è […]

  

Diana, principessa da fotoromanzo

L’amore è un giardino. Se non senti il profumo, non entrare in giardino. Al di là delle idee, al di là del giusto e dello sbagliato, c’è un giardino. E’ là che ti aspetterò… (Mevlana Rumi) Aveva 36 anni quando è morta. Diana Frances Spencer era solo una donna che non volle mai farsi regina. E quella principessa, dal sangue blu e dai trascorsi tristi di figlia di genitori separati, tentò di essere sempre quello che mai era destinata a diventare. Una ragazza. Poi, una donna. E nemmeno le toccò l’uomo dei sogni. Come invece accade a qualsiasi principessa che […]

  

La canzone di Marion per l’amore

 Lascia che gli altri vedano chi sei tu             Esistenze controverse. Vite contese. Tra la voglia di esserci e quella falce maledetta pronta a cadere senza pietà. A decapitare cuori. A lasciare soli. Con il proprio passato disperato. E un futuro dal profumo incerto. Dal sapore odioso del fiele. Con la consapevolezza di errori irrecuperabili. E l’amarezza per alcune mani di poker che nessun cambio di carte potrà più trasformare i perdenti in vincitori. Occasioni perdute. E una redenzione pronta a sostituirsi a una scala reale. Marion (Vanessa Redgrave) è anziana. Una vita felice. E […]

  

Tre donne a scatola cinese

incorporato da Embedded Video A scatola cinese. Un film nel film con il meccanismo della matrioska. La bambolina più grande contiene le più piccola. In another country, primo film del regista sudcoreano Hong Sang-soo ad arrivare in Italia, è stato ospitato a Cannes l’anno scorso dove è stato giudicato in modo lusinghiero, al punto che per l’autore orientale sono stati impiegati scomodi paragoni con mostri sacri del cinema francese alla Rohmer. Quale che sia lo spirito con cui ci si siede in poltrona, la pellicola risulterà spiazzante per la sua capacità di rivelarsi surreale, non tanto per l’ambientazione quanto per […]

  

“To the wonder”: finchè gioia non vi separi

incorporato da Embedded Video Finché gioia non vi separi. Lo potremmo sintetizzare così, un po’ azzardando. E’ To the wonder. Firmato Terrence Malick, il regista della Sottile linea rossa e The tree of life, che gli valse la Palma d’oro a Cannes nel 2010. E il film, nonostante abbia deluso la platea della Mostra del cinema di Venezia nel 2012, ha l’ambizione di porre allo spettatore interrogativi esistenziali ai quali sembra non offrire risposta. Ognuno metterà arbitrariamente la propria. Già, finché gioia non vi separi. Ovvero: può il dolore unire chi si ama, più dello stesso amore… E infine: questo […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019