“Ammore e malavita”, satira di lusso tra 007, Flashdance e la camorra

259

Ma chi è ‘sto don Vincenzo…   Scena prima. Napoli. Funerale. Scattano scongiuri e corna in stile partenopeo, ma… Attenzione. Si sta seppellendo un boss, il temuto don Vincenzo. ‘O re do pesce. Almeno così pare. La scena sembra normale e, sulle prime, non si notano stranezze. Tuttavia, come in un gioco di prestigio, dopo lagnanze – a metà strada tra goffaggine e melodramma, finzione, recita e facimm’ammuina – il morto comincia a cantare. Non in gergo malavitoso, ma nel vero senso della parola. E siccome Ammore e malavita è firmato dai Manetti Bros che per la musica – meglio […]

  

007, “Spectre” della disoccupazione: licenza di essere licenziati

images-1images-5images-4images-2images

Saranno i tempi. Sarà il clima. Saranno le psicosi diffuse. Ma 007 licenziato in tronco è difficile da accettare a livello di concetto. E se la manfrina fa capolino all’inizio di quasi tutte le puntate delle avventure dell’agente segreto più celebre del mondo, stavolta sembra che si faccia sul serio. Anche perché si comincia dove si era finito. Addio a Judi Dench e, con essa, alla mitica figura di MI5, ovvero il referente di Bond. Anche stavolta il suo fantasma aleggia, presente in foto e richiami dal suggestivo omaggio. Sia come sia, la sua morte provocata dal perfido di Skyfall, […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019