“Mektoub my love”, l’insostenibile leggerezza delle vacanze teen

mek4mek2mek1mek3

Un’estate di gioventù al mare. Coppie che si sfasciano prima ancora di nascere. Fantasmi di fidanzati lontani, traditi ripetutamente da ragazze a dir poco disinvolte. Intrecci e incroci fra età e generazioni dove il gioco delle rassomiglianze si accavalla a quello dei sogni rimasti delusi e dei matrimoni mai celebrati. La famiglia è fortemente presente come l’amicizia sbocciata in un’infanzia serena e trascinata nel corso degli anni, quando – guardandosi indietro – spunta l’immancabile retroscena, scontato come l’acqua fresca. “Mi piacevi, facevo a gara con le amiche per farmi scegliere“. Storia di un fotografo che sogna di ritrarre il nudo […]

  

“L’altra metà della storia”: la realtà manipolata dai ricordi annebbiati

meta1meta2

Quando mi guardo indietro, mi commuovo come non credevo che fosse possibile. E pensavo che qualcosa me lo potresti aver insegnato. Ma forse, a modo tuo, lo hai fatto.   Che cosa resta del giorno quando si fa sera. In altre parole, che colore hanno la gioventù e i rapporti sentimentali di quella verdissima stagione quando si è alle soglie della terza età. Insomma, il ricordo di uno ieri lontano che confligge con un presente singolare ha il sapore sorprendente di retroscena svelati a metà. Lo stupore maggiore si ferma davanti a quel segreto che non ha nulla di segreto. […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2020