images-1UnknownUnknown-1

Piccoli bamboccioni crescono. Si allenano. Si esercitano. La famiglia a due – mamma e figlio – scopre le crepe che minano la casa. Fratture che non si vedono, ma si sentono, non appena mamma trova un fidanzato. A buttarla sul ridere, ma non troppo, è Julie Delpy, due volte candidata all’Oscar per Prima del tramonto e Before midnight, entrambi di Richard Linklater. Ebbene con Lolo – Giù le mani da mia madre, titolo aggiuntivo tutt’altro che indispensabile all’originale nomignolo, la Delpy approda alla sua sesta regia con un film presentato a Venezia nel 2015, ma rimasto in astanteria. Il tema è […]