Tre generazioni. Gli hippie sono diventati nonni. Gli yuppie restano i carrieristi rampeghini della Milano da bere che, più che una città, è un concetto. Un’idea. Quindi applicabile a qualsiasi metropoli d’Italia  in cui il rampante giovanotto frequenti un mondo di moda, se la spassi senza legami e soprattutto non si sia accorto che di acqua sotto i ponti ne è passata assai. E lui, ahilui, ora viaggia oltre i trenta. Talvolta può perfino essere papà senza neppur accorgersene. E infine i giovanissimi. Quelli veri. Con il piercing e i capelli ramati. In quella terra di nessuno in cui non […]