images-4imagesimages-3Unknownimages-2

“Ho fatto migliaia di chilometri nel deserto per venire a farmi arrestare alla gare de Lyon”   Chiamarsi come un ballo – fra i più allegri e sensuali – e scoprire che il proprio destino è appunto quello di ballare. Lontano da tutto. Perfino da se stessi. E dalla realtà. Il ritmo zoppicante della speranza. La ricerca di un riconoscimento sospeso. Il sapore amaro della regolarità quando si è neri. Anche in una Francia, pur avvezza a questo colore della pelle. Samba non è un ballo, ma un nome proprio. E di cognome fa Cissè. Il Bianchi dei… neri. Africani. […]