“1917”, emozioni di una tragedia

MI24MI20MI18

Un passo lento è un passo veloce verso la meta. Raccontare la Grande Guerra senza raccontare la guerra. 1917 di Sam Mendes, il regista di American beauty, Spectre e Skyfall, è un viaggio nel dramma interiore di migliaia di giovani su vari fronti in ogni angolo di Europa. Un caso per tutti è il compito assegnato a due commilitoni, legati da una profonda amicizia. Il generale (Colin Firth) impone loro di attraversare le linee nemiche per recapitare all’ufficiale di un battaglione distaccato (Benedict Cumberbatch) l’ordine di non attaccare. Sono 1.600 le reclute che rischiano di essere sterminate. La missione è al limite dell’impossibile. I […]

  

“Mamma mia! Ci risiamo”: la figlia di Donna è bizzarra come sua madre

mam1mam2

Dieci anni e il resto mancia. Sophie (Amanda Seyfried) resta giovane, ma purtroppo è orfana. Donna (Meryl Streep) è il ricordo vivo nel cuore delle sue tre amiche e dei suoi spasimanti di cui uno è il papà di Sophie. Di mezzo c’è sempre un albergo e una Grecia giocherellona che continua a fare bisticci con i cuori dei protagonisti. E poco importa se sono un po’ stagionati nel frattempo oppure hanno il piglio fresco di nuovi amori e nuove speranze. C’è sempre una ragazza ambita da tutti e c’è sempre chi scalpita e vuol fare il furbo. C’è un […]

  

“Il mistero di Donald C.”, il velista che fu sconfitto dalle sue paure

do17X5A9187.TIFdo2

Donald Crowhurst era un velista amatoriale. Lo definirono inesperto e nessuno andò molto lontano dal vero. Ma il nemico che non riuscì a sconfiggere fu se stesso. La solitudine. E quegli imprevisti legati a un’imbarcazione fatta costruire per l’occasione ma carente in più di una parte. Era il Sessantotto e la Gran Bretagna aveva ormai perso domini e impero. Nei ragazzi che ne avevano vissuto l’epopea era subentrato un desiderio insopprimibile di eroismo da trovare a tutti i costi. L’ingegnere Donald C., inquieto sul lavoro, con la passione di inventare dispositivi elettronici, aveva messo a punto un apparecchio radiogoniometrico per […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2020