Nero e bianco secondo Spike Lee: la politica di “BlacKkKlansman”

kkk2kkk1kkk3kkk4

Nei primi anni Settanta Colorado Springs non era il posto più accogliente per un nero che entrava in polizia. Soprattutto se, dopo aver sfogliato un giornale, scopriva un annuncio di reclutamento del Ku Klux Klan. Ma Ron Stallworth non era tipo da farsi intimidire e non solo rispose a quell’inserzione, mascherandosi per il più intransigente dei razzisti, ma finì addirittura per portare a galla – in una società che si scontrava in nome dei diritti civili – il torbido retroterra di quegli esagitati. Tra misteri e coperture, l’operazione è lastricata di truffe ma l’imperativo è sgominare l’associazione razzista che si […]

  

“Selma”: non siano più “pecore nere” il gregge del pastore M.Luther King

“Accetto questo premio in nome di tutti i morti di cui è lastricato il nostro cammino”         Edmund Winston Pettus non è un nome notissimo nella storia americana, ma laggiù nell’Alabama, significa molto. Da sempre. Perché il suddetto – nato nel 1821 e morto nel 1907 – non fu solo un celebre avvocato o un combattente, prima come luogotenente nel conflitto contro il Messico e poi nella guerra civile, ma fu soprattutto l’uomo che guidò il Ku Klux Klan, l’implacabile setta di incappucciati che dava la caccia ai neri. E li uccideva. Un’eredità consolidata nelle trincee della […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2020