“18 Regali”, il dramma di Elisa che non ha potuto allevare sua figlia

020-218-regali-trailerufficiale-h264-1920-1080-mp4-1200x63098631_hp

Elisa è vissuta veramente. Un’intensità che non ha fatto rima con longevità. E ha commosso l’Italia intera per quei diciotto regali, lasciati in “eredità” a una figlia che la sorte non le ha dato modo di conoscere. Il 28 settembre 2017 se n’è andata a soli quarant’anni, lasciando la piccola Anna con l’uomo che non ha mai smesso di amarla, anche tuttora che appartiene a una dimensione diversa. Superiore. Irraggiungibile, se non con il pensiero e la preghiera. Elisa è anche la protagonista di 18 Regali, firmato da Francesco Amato che lo dedica e s’ispira alla figura della Girotto affidata ai […]

  

Edoardo Leo non sa fare i miracoli Dove “Io c’è” Dio non c’è. Per fortuna

io

L’intraprendenza non è reato. L’originalità di re-inventarsi può essere una forma di disperazione. O invidia. Ed è su questo scacco, peraltro abbastanza inutile, che si regge l’irrisolta alternativa di Io c’è, pessima prova di Alessandro Aronadio, che qualche anno fa ha firmato Orecchie, accolto con stupita curiosità. In questo “capolavoro” al contrario, Massimo (Edoardo Leo), titolare del bed and breakfast “Miracolo italiano” va in crisi mentre l’attiguo convento fa il pieno di ospiti, chiedendo solo un’offerta pertanto non soggetta a imposizione fiscale. Morale, le suore fanno affari mentre Massimo fallisce. La via d’uscita è la religione e il giovane imprenditore figlio di […]

  

“Che vuoi che sia” il sesso sul web: vale 250mila euro la vostra intimità…

che1che3che4

Quanto vale l’intimità sentimentale. Sareste disposti a pubblicare sul web un video a luci rossissime su una bollente notte hot con il vostro compagno o compagna – qualunque sia lo status giuridico della relazione – in cambio di 250mila euro… L’interrogativo può apparire banale omaggio alla solita frequentata falsariga di simili quesiti, ma il terzo millennio che tende a monetizzare ogni risvolto della vita, stavolta si spinge oltre.  La scommessa nasce dallo sfogo comprensibilissimo di Claudio (Edoardo Leo), un ingegnere elettronico ridotto a pulire virus dai computer per mantenersi. Vive con la fidanzata Anna (Anna Foglietta), insegnante precaria in una […]

  

“Buongiorno papà”, gli hippie sono nonni

Tre generazioni. Gli hippie sono diventati nonni. Gli yuppie restano i carrieristi rampeghini della Milano da bere che, più che una città, è un concetto. Un’idea. Quindi applicabile a qualsiasi metropoli d’Italia  in cui il rampante giovanotto frequenti un mondo di moda, se la spassi senza legami e soprattutto non si sia accorto che di acqua sotto i ponti ne è passata assai. E lui, ahilui, ora viaggia oltre i trenta. Talvolta può perfino essere papà senza neppur accorgersene. E infine i giovanissimi. Quelli veri. Con il piercing e i capelli ramati. In quella terra di nessuno in cui non […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2020