“A casa tutti bene”, bugia infinita perfino nel titolo

A CASA TUTTI BENE - REGIA DI GABRIELE MUCCINOAC1

Staranno anche tutti bene, ma così non sembra. E se la famiglia esemplare è quella di Pietro e Alba, attempati coniugi che festeggiano le nozze d’oro, siamo rovinati. L’idea di celebrare i 50 anni di mai appassiti fiori d’arancio diventa una maschera che cade davanti alle ipocrisie di tre generazioni. Storia di finti sorrisi e baci di Giuda, accanto a baci veri e schioccanti, tanto prorompenti quanto clandestini. Vite che si intrecciano e si scontrano perché la combriccola, allargata anche a ex mogli ed ex mariti, finisce ostaggio del mare grosso che impedisce – a fine giornata – il rientro […]

  

“Padri e figlie” da curare, non da vedere

Unknownimagesimages-2images-1

Amore e morte, storia di un binomio celebre. Dall’antichità, attraverso i secoli. Letteratura in versi. Concetti e idee. Sensazioni. Incroci che spesso intersecano le loro strade metaforicamente o realmente. In Padri e figlie di Gabriele Muccino il legame torna a mostrarsi, in connessione con un altro elemento che ne è  di fatto il tessuto connettivo. Ovvero, la paura. Paura di amare e di morire. Il terrore di ciò che la morte realmente evoca e consiste. Una perdita di valori cullati nel cuore. Katie è una bambina che rimane senza mamma in un incidente stradale e si lega profondamente al padre, […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019