“The disaster artist”, sogni di celluloide di due stelle cadenti del set

wis2wis1wis3

Sono un’attrice. È meglio un giorno sul set – anche se gratis – piuttosto che tanti sul divano di casa. È stato il peggiore, per questo è passato alla storia. Tommy Wiseau – ma nome e cognome sono un mistero, anche se a tutti è noto così – detiene il primato del film universalmente ritenuto il più brutto di sempre. The room uscì nel 2003 e mise d’accordo tutti. Orribile. Ma è bastato per renderlo un cult movie e giustificare il paradosso. Un’opera su di lui, anzi due. Perché The disaster artist è il titolo del libro di Greg Sestero che era nel […]

  

Lo sguardo dei Coen su Hollywood: “Ave Cesare! Il cinema ti saluta”

ave1ave2ave5ave6ave7

Se il cinema è popolato di storie,  Ave Cesare! di Joel ed Ethan Coen è uno specchio. In esso si riflettono l’uno e le altre con un gioco a incastro che riesce a capovolgere i misteri dell’eterogeneità, riversandoli in un racconto che si sforza di essere invece omogeneo e compatto. Elementi solo all’apparenza disarticolati trovano un’insospettabile coesione proprio nel desiderio di raccontare che cosa stava dietro le quinte dell’era d’oro di Hollywood. Non c’è alcuna apparenza di autoreferenzialità, però, nei fotogrammi dei due registi. Piuttosto è metacinema, ossia un cinema che parla con ill linguaggio del cinema. Scanzonato come nello […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019