Light of my life”, padre e figlia superstiti tra le macerie dell’umanità

light-of-my-life-filmlight-of-my-life-696x391LightofMyLifeCaseyAffleck

Paura di diventare donna in un mondo di soli uomini. Una pandemia di peste ha distrutto la popolazione femminile e l’unica superstite è Rag, undici anni, di cui soltanto il padre può prendersi cura, a causa della  morte della madre in questa sciagura cosmica. Acconciata e vestita come un maschietto per nascondersi dall’angosciata e ossessiva caccia di un’umanità androgina che teme di non potersi riprodurre, la ragazzina vive l’ambiente naturale nella sua selvaggia spontaneità per difendersi dalla malattia che ha distrutto i suoi simili. Boschi e montagne hanno però i loro ritmi e i loro linguaggi, abitarvi significa entrare in […]

  

“Godzilla”, il nucleare genera mostri

Non puoi continuare a scappare. Non puoi seppellire la verità nel passato…     Potrà sembrare strano. Forse stranissimo. Ma l’ennesimo Godzilla della storia del cinema – si cominciò nel 1954 quando Ishiro Honda girò Gojira – ha l’ambizione di lasciare un piccolo ma sincero testamento di emozioni e insegnamenti. Il film giapponese che, per primo, portò sul grande schermo questo famelico gigante che inghiotte pescherecci causando maremoti ad ogni suo movimento, era collegato al tema del nucleare. Il protagonista aveva escogitato una bomba per uccidere Godzilla, ma poi si era lasciato morire per non trasmettere ai suoi eredi i […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2020