“Elle”, a cena con lo stupratore: storia di un mondo a doppia faccia

elle1elle2elle3

“Ti ho ucciso dicendoti semplicemente: Vengo a trovarti”   Ombre di vita riflesse nella luce delle maschere. Ambiguità di un doppio se stesso che si specchia nella duplice copia dell’altro. Volti presentabili nascondono perversioni. Immagini dell’incubo. Angoscia da torturati di una psiche fatta a pezzi da un videogioco che mastica realtà. La paura della vittima. Ma ognuno è vittima. Elle di Paul Verhoeven – indimenticata firma di Basic istinct e Starship troopers – è un film drammatico con toni thriller tra psicologie a prova di trattamento sanitario obbligatorio. Follia lucida, con contorno di sesso e coltello. Un brivido che corre lungo la schiena […]

  

Tre donne a scatola cinese

incorporato da Embedded Video A scatola cinese. Un film nel film con il meccanismo della matrioska. La bambolina più grande contiene le più piccola. In another country, primo film del regista sudcoreano Hong Sang-soo ad arrivare in Italia, è stato ospitato a Cannes l’anno scorso dove è stato giudicato in modo lusinghiero, al punto che per l’autore orientale sono stati impiegati scomodi paragoni con mostri sacri del cinema francese alla Rohmer. Quale che sia lo spirito con cui ci si siede in poltrona, la pellicola risulterà spiazzante per la sua capacità di rivelarsi surreale, non tanto per l’ambientazione quanto per […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019