“Due giorni, una notte” per chiedervi di non votare il mio licenziamento

Non è un voto contro di te. Mi servono quei mille euro.         L’esclusione votata a maggioranza. Espulsione all’unanimità. O quasi. Comunque espulsione. Dal mondo. Da un mondo. Dal suo mondo. Il debole cacciato. Rifiutato dalla comunità. Respinto. Con l’aggravante della crudeltà. E’ l’universo del lavoro in anni di crisi. La morte del pesce piccolo diventa salvezza per gli altri pesci dell’acquario. Tutti gli altri. L’acquario è il lavoro. Mistero di un microcosmo dove non ci si sceglie, ma ci si trova. Dove ci si sopporta. Forse. Dove si odia. Si invidia. Si augura la morte. Professionale. […]

  

Non si trova nessuno che stia bene tra “La gente che sta bene”

Occorre volare alto. Serve ottimismo. A Berlino anche i piccioni sorridono. A Milano si schiantano contro le vetrate dei grattacieli       Milano ai tempi della crisi è una città che sogghigna. Non ha nulla da ridere, ma è orgogliosa di non dover piangere. E si fa bella del suo appeal. Anche se spesso, sotto il vestito, niente. Milano ai tempi della crisi offre, dà e richiede. Un’altalena di sensazioni ed emozioni. La gioia del trionfo. La rabbia della disillusione. La seduzione di ritrovare occasioni perdute. Squali e squaletti di casa nostra che nulla hanno a che fare con […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019