“La frode” del magnate Richard Gere

Un po’ Ted Kennedy, un po’ Gordon Gekko. Robert Miller, magnate dell’economia, è l’uno e l’altro. Uno di quelli che vogliono tutto. Possiedono tutto. Una moglie attraente e comprensiva. Una figlia devota. Un’amante concentrata e divertente. E soprattutto, tanti, ma tanti soldi. La passione per l’arte e le manie da collezionismo sono un “côte”. Servono per scardinare Julie. Che Côte fa di cognome. Una che tira di coca, ma piace alla gente che piace. Una che sale in macchina una sera. Pronta a fuggire con il suo lui. E galoppare a perdifiato su un bolide di lusso. Abbracciata stretta. Verso […]

  

“Buongiorno papà”, gli hippie sono nonni

Tre generazioni. Gli hippie sono diventati nonni. Gli yuppie restano i carrieristi rampeghini della Milano da bere che, più che una città, è un concetto. Un’idea. Quindi applicabile a qualsiasi metropoli d’Italia  in cui il rampante giovanotto frequenti un mondo di moda, se la spassi senza legami e soprattutto non si sia accorto che di acqua sotto i ponti ne è passata assai. E lui, ahilui, ora viaggia oltre i trenta. Talvolta può perfino essere papà senza neppur accorgersene. E infine i giovanissimi. Quelli veri. Con il piercing e i capelli ramati. In quella terra di nessuno in cui non […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019