“Bob & Marys” due criminali finti che mettono fuori gioco i criminali veri

bob1bob2

L’”accuppatura”, per chi non lo sapesse, è un trucco dell’onorata società. Una squadra di picciotti capita all’uscio all’improvviso e scarica in salotto una serie di pacchi sigillati di cui è fatto divieto di apertura agli ignari residenti. Si tratta di qualcosa di ingombrante che non viene svelato. Anzi. Saltuariamente il gruppetto si ripresenta alla porta per verificare di persona che il malloppo – non necessariamente denaro, più spesso droga o altro materiale sporco – non sia stato nemmeno spostato. L’”accuppatura”, per chi non lo avesse intuito, è una sciagura perché, per leggera o pesante che sia, ovvero per pochi o […]

  

Colpo a effetto: “Un boss in salotto” è un miracolo per l’autostima

Siamo perfetti così, nella nostra imperfezione…             “Dicono sempre tutti che Napoli deve cambiare. Ma perché Rovigo, Mantova e Treviso non cambiano mai…” si chiedeva Massimo Troisi. Il fatto è che, tuttavia, a prescindere da chi cambi e per chissà quale strampalato motivo, quando la vita procede al contrario può accadere davvero di tutto. E poco importa se si chiami profondo Nord o sprofondo Sud, un supercamorrista può accomodarsi placidamente sul divano di casa della sorellina modello e crearne scompiglio. O forse quel malaugurato scombussolio è portatore di successo e quello che invece è il […]

  

Una “Piccola impresa meridionale” tra apocalittici e disintegrati

Plic. Plic. Plic-plic. Senti il tempo dispari della pioggia…             Da piccolo, Costantino (Rocco Papaleo – Basilicata coast to coast, Io e Marylin) tifava per Gesù Cristo e per questo si era fatto prete. Poi s’innamorò di una donna e gettò la tonaca alle ortiche. Peccato che lei si fosse innamorata della tonaca e se la diede a gambe. Arturo (Riccardo Scamarcio – Romanzo criminale di Michele Palcido e Mine vaganti di Ferzan Ozpetek)  l’aveva conosciuta a scuola, quella bambina. Giocavano. Poi presero ad amarsi. Vita scandita da battiti e pulsazioni non soltanto cardiache, ma […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019