“The guilty”, il cinema fatto di parole finisce per stupire più delle immagini

gui1gui2

Un dramma vissuto al centralino. Asger Holm è un agente che si è ficcato nei guai. Ha ucciso. E per un poliziotto è una macchia non una medaglia. Così si ritrova al centralino. Bocciatura eccellente. E qui inizia la storia di The guilty del danese Gustav Möller perché Holm raccoglie una telefonata in cui una donna denuncia di essere stata sequestrata dal marito crudele. Il neo telefonista prende subito parte alla vicenda della sfortunata e innesca un giro di chiamate tamburellanti ma la verità è completamente diversa. Scopre l’omicidio di un bambino. Buoni e cattivi che si scambiano i ruoli a […]

  

“La ragazza nella nebbia”, giallo e noir sulle orme di Jara Gambirasio

ra1ra4ra3

Il peccato più sciocco del diavolo è la vanità. Ma se non appare mai in prima persona che senso ha il suo narcisismo…   Ossessioni in nero. Come la cronaca che parla di morti e innocenti, sacrificati sull’altare di una giustizia ingiusta, alle spalle della quale si nascondono colpevoli impuniti. Storie nate sui media, mostri da baraccone e delinquenti mascherati. Inquirenti con il pallino della televisione e luci di una ribalta da mediocri. La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi è un giallo atipico e in questo sta la sua caratteristica di maggior spessore. Non c’è un cadavere. Non ci sono armi. […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019