INSI1INSI2

La guerra si combatte porta a porta, nulla è più come prima e l’appartamento diventa un bunker. A insidiarlo non sono però i combattenti che, dall’alto del sibilo inquietante delle armi, risultano addirittura meno terrorizzanti dei criminali che vivono ai margini del conflitto. S’intrufolano ovunque per rubare stracci della disperazione di chi è fuggito o è morto. Non rinunciano a violenze o abusi fisici. Insomma il lato turpe – peraltro unico – di devastazioni e saccheggi. Insyriated del belga Philippe van Leeuw ha raccolto consensi alla Berlinale ed è lo sguardo su questa realtà attraverso il claustrofobico soggiorno di una famiglia […]