“Domani è un altro giorno”: un cane, due amici e una malattia

imagesimages-1

Anche il crepuscolo è vita. Amaro e drammatico come un tramonto intriso di pioggia. Lacrime di un destino che non riesce a far sorridere nemmeno nel disincanto e nel cinismo. Anzi. Duole forse di più quando il tentativo di esorcizzarlo supera i limiti del paradosso. Quando lo sforzo di vedere oltre la morte si spinge a qualsiasi ipotesi. E quando l’unico compagno di vita è un cane, condannato a restare solo. Orfano o vedovo. Angoscia che si aggiunge al dolore di due strade al bivio. Nauseabondo miasma di un addio. Pato è un bovaro del bernese e vive con Giuliano, […]

  

“Euforia” di scoprirsi fratelli diventa merito della malattia

euforia2-e1526396768468-700x430euf2

Due fratelli e un segreto confessabile. Tanto confidenziale da avvicinare due uomini così diversi che più non si potrebbe. In estrema sintesi la trama di Euforia di Valeria Golino potrebbe anche finire qui, in realtà Matteo ed Ettore sono due simbologie di vite differenti allo specchio dell’esistenza. Poi giunge il destino a porre una barriera e quei due ex ragazzi, che mai avevano trovato il modo di intendersi ed entrare l’uno in sintonia con l’altro, individuano la chiave di un dialogo ai primissimi passi nonostante l’età adulta. Presentato all’ultimo festival di Cannes, il film è passato nell’indifferenza generale, salvo suscitare un […]

  

“Tito e gli alieni”, l’onirico incontro con gli ex terrestri nello spazio

tito2tito-e-gli-alieni-700x430tito3

Non si può più parlare con i morti.   E alla fine gli “alieni” vennero davvero. A stanarli un professore in preda alla nostalgia. Allo sconforto di una vedovanza che nel suo spirito ha seminato un’altra forma di morte. Inconsolabile. È solo nel deserto del Nevada, il prof. Abbandonato a una depressione che gli toglie la voglia di vivere e di studiare. Nel suo caso, il cosmo. L’universo e le sue galassie. Il laboratorio che ha costruito nel nulla di montagne dall’eco di Zabriskie point, “a due passi” dal divertimentificio di Las Vegas, è il silenzio di una solitudine incolmabile. Un […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019