Xenofobia tedesca, attualità europea “Oltre la notte”, ingiustizia è fatta

notte2notte1

La vendetta finisce talvolta nel cupio dissolvi generale. È storia attuale quella descritta da Fatih Akin in Oltre la notte, presentato a Cannes nel maggio 2017 e ispirato a fatti realmente accaduti, che purtroppo mantengono intatta la loro validità anche con il trascorrere del tempo. È storia di emigrazione e di emarginazione anche quando finisce quella vita fatta di spaccio di piccole quantità di droga. Non è il mondo della criminalità a esigere pedaggi, ma quello di una politica costruita sull’intolleranza. La civilissima Germania fa i conti ormai da lungo tempo con i residui ma accaniti avanzi del neonazismo, che nulla hanno di ideologico […]

  

Oggi la classe politica ha abdicato: “A casa nostra” regna il populismo

ca2ca1ca3

La mia famiglia vive qui da sessant’anni. Ormai siamo francesi Gli ismi mai tramontati. Populismo. Qualunquismo. Neonazismo. Comunismo. Il terzo millennio non li ha cancellati, ma solo rimodellati, facendogli calzare addosso vesti diverse. Destra e sinistra rimpiazzano vecchie e più violente ideologie, mettendo al bando eccessi e stermini di odiosi totalitarismi. Resta una qualche scorza, annacquata e riproposta in nuovi cocktail politici, ai quali si è aggiunto il condimento di movimenti dalle sterili capacità, seminascoste dalle chiassose urla ad alto volume nelle piazze e tra i bit del web. La Francia come l’Italia. Come il resto dell’Europa. E, in senso […]

  

La “Pazza idea” di cercare un padre in un mondo che va al contrario

Oggi compio diciott’anni. E faccio quello che mi pare.           Dall’Albania alla Grecia. Andata e ritorno dalla disperazione. Un’angoscia dai volti infiniti. I tratti del disagio di straniero in mezzo agli stranieri. Gli oltraggi della xenofobia. Termine con profonde radici elleniche, oggi territorio comune. Fatto di soprusi e prevaricazioni. Fatto di lotte e pestaggi. Attacchi e difese. E morti che cadono a terra. Pistole che spuntano. Colpi che partono. Occhi che lacrimano. E paura. Un immenso e insostenibile terrore. Un disagio fatto di omosessualità non accettata. Di una madre che muore all’improvviso. Un padre inafferrabile. E […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2019