L’ultima lezione di Gabriele Mandel: “Il fondamentalismo? Pazzi e mafiosi”

Un incontro straordinario, con una personalità di incomparabile statura morale e spessore intellettuale. A Milano, prima che si concludesse la sua vita terrena, era possibile anche per un giovane cronista avere l’onore di incontrare Gabriele Mandel Khan. Fu possibile in una giornata di febbraio di 4 anni fa in cui la città era bloccata da mezzo metro di neve. Mandel era il vicario generale dei Sufi, i “frati” musulmani che da secoli conservano e tramandano l’’islam più puro e autentico. Abitava in un normalissimo appartamento nella semi-periferica viale Piceno, sommerso dai suoi libri. Tutt’altro che ordinaria era la sua biografia. Discendente […]

  

Abolire la periferia (un po’ come i problemi)

Tradizionalmente, c’è un modo classico attraverso il quale la sinistra, specialmente in tempi di politicamente corretto, tende a risolvere i problemi: 1) definirli opportunità 2) cambiarne il nome. Certo, non si può generalizzare, ma c’è davvero la tendenza a non risolvere i nodi amministrativi che creano disagi e carenze. Anche in tema di degrado. Per questo, pur senza volersi accanire contro l’attuale amministrazione comunale di Milano, si può davvero riporre poca fiducia nell’ultimo proclama di Palazzo Marino, quello  del sindaco Giuliano Pisapia, che ieri è intervenuto all’incontro «Quale città per il nostro futuro», al Meeting di Rimini. Bello (e “bergogliano) […]

  

Scala il mont Fallère con la bandiera della Lega

Ha ostinatamente portato la sua bandiera della Lega (il cosiddetto Sole delle Alpi) fino a 2.650 metri di altitudine, sul lago Morto e sulle pendici del mont Fallere, in Valle D’Aosta. Il consigliere di zona 5 Alessandro Giacomazzi, nella foto pubblicata con orgoglio su facebook, aveva l’aria di fare una cosa importante, con questa sua scalata. Per questo gliel’abbiamo chiesto: “Questa piccola imprese ha un valore particolare oppure, un po’ come in Forrest Gump, avevi solo ‘voglia di correre’?”. La risposta è piuttosto interessante, perché ci dice qualcosa sulla filosofia di  un militante. E sulla sua appassionata “missione”: “Premetto che […]

  

Comunali, la grande paura di Pisapia

Come quelle coppie legate ormai da troppi materiali interessi per lasciarsi, Pd e Sel stanno ben attenti a non far seguire effetti troppo destabilizzanti alle scenate parlamentari che si sono viste sul Senato. I vendoliani hanno dato vita a un ostruzionismo feroce e altrettanto duramente promettono di opporsi ad altri e più consistenti proposte condivise da Pd e Forza Italia, a partire dalla legge elettorale. Nel partito del governatore pugliese, però, si cerca di non rompere troppo, anche perché  i cocci di una rottura sarebbero una miriade di amministrazioni locali in cui Sel ha una posizione di potere comoda e […]

  

Io finanzierò il Leoncavallo

Non mi sono fissato con le tasse. Solo un po’, lo ammetto, ma non è solo una questione ideologica. E’ che si pagano bollettini, tariffe e rette. Si dà un’occhiata ai conti. E si verifica che il peso del Comune di Milano è enormemente aumentato per noi poveri contribuenti. Ripetiamo fino all’ossessione la cifra – mai smentita – secondo la quale i tributi pagati a Palazzo Marino stanno raggiungendo nel 2014 la cifra record di 1,3 miliardi di euro, con un aumento di oltre 700 milioni rispetto all’era pre-Pisapia, e senza considerare il pur considerevole rincaro degli abbonamenti Atm. Ci […]

  

Consiglio metropolitano: i candidati

Le candidature per il Consiglio della Città metropolitana si vanno definendo. Ne abbiamo dato conto ieri sul Giornale: Il gruppo consiliare Forza Italia ha indicato all’unanimità Pietro Tatarella e Armando Vagliati per le elezioni del Consiglio della città metropolitana che si terranno a settembre. «Nei prossimi giorni – dicono il coordinatore Giulio Gallera e il capogruppo Fabrizio De Pasquale – porteremo al coordinatore regionale Mariastella Gelmini e al coordinatore provinciale Luca Squeri le nostre indicazioni dei due consiglieri Tatarella e Vagliati quale espressione del Comune e chiederemo che Milano abbia due rappresentanti in Consiglio metropolitano dal momento che il capoluogo […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2018