Se i 5 Stelle sono “ostili a Israele”

manlio

Spari, bombe, camion kamikaze. Le città europee sono diventate tante Tel Aviv. Possiamo cambiare di volta in volta i colori dei nostri profili (oggi, è giusto, la bandiera francese, come un anno fa, prima ancora quella belga, spagnola, 16 anni fa quella a stelle e strisce). Oppure, in questa guerra aperta dichiarata dall’Isis e dal terrorismo islamista, potremmo alzare definitivamente la bandiera di Israele, che tutti i giorni, da anni o decenni, è sotto attacco del fanatismo omicida. La bandiera di un popolo che tutti i giorni si difende. Anche duramente, ma da solo. In quel Paese pochi giorni fa, nell’indifferenza generale dell’Europa, […]

  

La burocrazia del lutto

lutto

La burocrazia del lutto. Succede anche questo, a Milano, il giorno dopo la strage di Nizza. Succede che il presidente del municipio, eletto a suffragio universale e diretto un mese fa, non sia riuscito a listare a lutto la bandiera tricolore del suo “Comune”, quello che corrisponde alla ex zona 4, oggi municipio. “Questa mattina – racconta il presidente, il leghista Paolo Guido Bassi – ho disposto di listare a lutto le bandiere del palazzo del municipio 4. Gli uffici mi hanno risposto che per quella italiana serve disposizione della prefettura, mentre per quella cittadina ci vuole l’ok del sindaco. Ho subito […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2018