Una mostra per salvare l’asilo dallo sfratto

asilobianco

Un piccolo paradiso che a Milano accoglie bimbi italiani e stranieri, dai 12 mesi fino ai 3 anni, sotto sfratto. Siamo in via Palmanova, (MM Crescenzago) nel municipio 2. Nato nel 2003 per iniziativa di una “battagliera” settantenne volontaria ospedaliera, Marinella Graziani, è un centro di accoglienza per figli di ragazze madri a basso reddito, sia italiane sia straniere, che non trovano posto per i loro piccoli bimbi negli asili comunali e che non possono permettersi le costose rette degli asili privati. Il palazzo che ospita il centro verrà ristrutturato e destinato a nuovi uffici e appartamenti: per Sogno di […]

  

Per Palazzo Marino deve vergognarsi “Il Giornale”

Per Palazzo Marino non esiste un’emergenza degrado. Per Palazzo Marino, inoltre, il problema dell’indifferenza (così come lo ha posto don Colmegna) non merita risposte. Per Palazzo Marino è la stampa che strumentalizza. Ecco il pezzo uscito ieri sulle pagine milanesi del Giornale: «Strumentalizzazione». Palazzo Marino risponde così al caso sollevato dalla foto pubblicata sul «Giornale». Un’immagine di degrado estremo a due passi dalla Milano scintillante dei grattacieli. Una giovane donna, seminuda e sola per terra in mezzo ai rifiuti, vicino alla stazione Centrale. L’ufficio stampa del Comune, sabato, aveva spiegato che la donna è «conosciuta dai servizi socio-assistenziali» e che […]

  

Ecco la foto che fa vergognare Milano

La pagina del Giornale di oggi

Ecco l’articolo firmato con Marta Bravi e uscito oggi sul Giornale, cronaca di Milano: Milano, pomeriggio di novembre, via Tonale (stazione Centrale). Sono le 17 e sta per calare la sera. Una giovane donna è sdraiata per terra, ha la testa appoggiata su quello che sembra un giaccone o uno zaino. Dorme. Probabilmente non è lucida. È nuda, ha il seno scoperto e si trova in mezzo a un cumulo di cartacce. Non sappiamo come e perché si sia adagiata così in mezzo ai rifiuti. E non sappiamo se sia arrivata prima o dopo di lei quell’auto rossa che, per via […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2018