La raccolta dell’umido arriva a nord ovest

Milanesi, attenzione. da lunedì anche i residenti del a nord ovest della città, dovranno raccogliere l’umido. stiamo parlando dell’intera zona 8 e di parte delle zone 1, 7 e 9.  I quartieri coinvolti sono Affori, Bovisa-Dergano, Bruzzano, Comasina, Figino,Gallaratese-Bonola, Quarto Oggiaro, San Siro, viale Certosa, corso Sempione e via Sarpi per un totale di 180.000 famiglie, 1.024 vie e piazze, complessivamente  8.930 numeri civici.  In pratica 310.000  residenti da lunedì saranno chiamati a differenziare la frazione organica dei rifiuti. La raccolta dell’umido sta imprimendo una forte spinta alla raccolta differenziata, che nel mese dimaggio ha raggiunto la percentuale del 50%, […]

  

Moschea, Pisapia parla solo con gli amici

Uno strano silenzio sul caso moschea, e il sindaco, Giuliano Pisapia, lo ha interrotto solo per parlarne alla trasmissione di Gad Lerner. Di questo abbiamo parlato oggi sul “Giornale“: È una delle decisioni più importanti per Milano, ma nessuno ufficialmente ne parla. C’è uno strano silenzio sul caso moschea, interrotto solo da irrituali uscite del sindaco. Certo, ne parla la stampa, se ne è diffusamente occupato «Il Giornale», che nei giorni scorsi ha individuato il luogo in cui potrebbe sorgere il grande luogo di culto dell’Islam se andasse in porto il piano della Giordania. Ne parlano, e molto, i centri islamici, […]

  

Moschea in viale Certosa: i pro e i contro

Moschea in viale Certosa 146. Sul Giornale abbiamo parlato di tutti i pro e i contro di questa soluzione: “Stavolta per i musulmani milanesi potrebbe essere la volta buona. Il progetto al quale stanno lavorando i giordani insieme al Comune potrebbe andare in porto. E presto. I tempi stringono e all’apertura ufficiale di Expo manca solo un anno. E l’esposizione universale di Milano ha un ruolo centrale in questo piano, che è già in una fase avanzata – come dimostra il silenzio di Palazzo Marino (e del consolato giordano). I rappresentanti del Paese mediorientale si sono mossi per due legittime […]

  

Sgombero in arrivo per Brunetti-Montefeltro

Altre strade, altre emergenze incombono oggi sulla zona 8. Eppure anche il quartiere Certosa-Garegnano reclama il suo diritto alla sicurezza. E a distanza di una settimana dalla fiaccolata che aveva visto sfilare centinaia di persone, a pochi giorni dall’incontro in Prefettura, si è saputo cosa intendono fare le istituzioni per rispondere alla domanda che arriva dalla gente: l’area Brunetti-Montefeltro sarà sgomberata verso la metà del mese. Ieri sera l’assessore alla Sicurezza Marco Granelli, in un’affollata assemblea (2-300 persone) organizzata dai comitati di quartiere, ha ribadito ciò che aveva annunciato la sera prima durante una commissione-audizione in Consiglio si Zona 8. […]

  

Il quartiere fa “scomodare” l’assessore

Ha avuto effetti importanti la manifestazione per la sicurezza nel quartiere Certosa-Garegnano (Zona 8). Oltre duecento fiaccole, duecento cittadini scesi in strada per dire “basta” al degrado e alla paura. Si sono fatti sentire e ora vogliono sentire cosa pensa di fare Palazzo Marino per risolvere i loro problemi. Dopodomani, dunque, dalle ore 18.15 alle 20, presso il Consiglio di Zona in via Quarenghi 21 (a Bonola) è all’ordine del giorno l’audizione dell’assessore alla Sicurezza Marco Granelli. Ne dà notizia il consigliere leghista Enrico Salerani. Il giorno dopo, inoltre, presso la Scuola media di via Sapri è in programma un’assemblea […]

  

Il quartiere: “Basta paura”. Scontro sulla sicurezza

Fiaccole nel quartiere Certosa (Zona 8). Duecento fiaccole per dire “basta paura”. Basta con gli scippi, le rapine, il degrado. Basta con il senso di insicurezza che un intero quartiere lamenta. Lo ha raccontato Andrea Aufieri nelle pagine milanesi del “Giornale” oggi in edicola: Ci sono circa duecento persone alla partenza della fiaccolata di via Pareto (…). Sono gli abitanti della zona 8, stanchi e impauriti di dover subire in silenzio. Da mesi, infatti, si sentono sotto un fuoco incrociato di rapine, molestie e intrusioni nelle loro case o in strada. Dicono che il problema è cominciato dalla scorsa primavera. […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2019