Social street e bilancio partecipato, la grande illusione

Il Comune formalizza la collaborazione con le social street,  e rilancia il bilancio partecipativo fingendo indifferenza. Solo due mesi fa  i municipi avevano lanciato l’allarme per la mancanza dei fondi promessi per realizzare i progetti su cui cittadini, municipi e comitati avevano lavorato. Invano. La grande ipocrisia del decentramento continua con un filo rosso tra le amministrazioni di sinistra. Se infatti l’ex sindaco arancione Giuliano Pisapia aveva fatto della partecipazione un cavallo di battaglia della campagna  elettorale e della retorica della sua amministrazione, partorendo solo progetti rimasti sulla carta, come il bilancio partecipativo e tante belle parole,  sembra che nemmeno […]

  

Dramma Rogoredo, la foto simbolo del 2016

rogoredo

La foto simbolo del 2016 di Milano è questa. Scattata alla vigilia di Natale a Rogoredo, quartiere che è diventato  drammatico fronte della guerra alla droga. Le operazioni di forze dell’ordine e vigili non sono mancate, ma i residenti continuano a denunciare: “Un anno difficile per il quartiere – si legge nel gruppo Milano Rogoredo- santa Giulia Vivere il Quartiere – ma anche un anno che ha visto molte associazioni e persone impegnate a costruire coesione e socialità. Purtroppo il supermercato dell’eroina è aperto e funziona a pieno regime. È sufficiente fermarsi qualche minuto in via Sant’Arialdo per osservare il flusso […]

  

Quale futuro per il Parco della Cultura?

Proseguono i lavori nell’area limitrofa (ex Centrale del Latte e futuro campus universitario della Bocconi) a quella che sarà forse destinata al Parco della Cultura. Il complesso, chiamato anche Parchi del quartiere Ravizza (Bocconi), composto da Parco delle Memorie Industriali, Parco della Vettabbia e Parco della Cultura, ancora da realizzare, rientrava nel Programma di Riqualificazione Urbana Pompeo Leoni, iniziato nel 1998. Ma per quanto riguarda il Parco della Cultura i  lavori non sembrano mai essere partiti nonostante  le ripetute richieste dei cittadini e l’impegno di alcuni consiglieri di zona. Ad oggi l’area versa in uno stato di completo abbandono e degrado  con accumuli […]

  

Periferie derelitte di Milano

Le periferie abbandonate sono una delle croci dell’amministrazione comunale di Milano. Almeno: il degrado dei quartieri è uno dei problemi che più spesso vengono sollevati per criticare l’operato di Giuliano Pisapia e dei suoi. Stavolta l’emergenza è segnalata in zona 2. Dice il capogruppo di Forza Italia Marzio Nava: “Dopo più di un anno dalla mia prima denuncia sul degrado di via Asiago e vie limitrofe e, in particolare, sulla discarica a cielo aperto di via Asiago 35/37 e a fronte della totale passività e negligenza sia della maggioranza di sinistra in Consiglio di zona 2 sia della giunta, ho […]

  

Mezza città arrabbiata col Comune

L”isola pedonale, la pista ciclabile in viale Tunisia, il quartiere spaccato in due. si moltiplicano malumori e proteste in varie zone della città. Lo abbiamo raccontato sul “Giornale“: Mezza città è arrabbiata con Palazzo Marino e fa di tutto per farglielo sapere. A occhio e croce, la popolarità della giunta nei quartieri di Milano non dev’essere alle stelle. Non sono giorni facili, per esempio, per Pierfrancesco Maran. Il titolare della delega al Traffico nel giro di poche ore si è beccato i fischi di un centinaio di persone contrarie all’idea di chiudere l’area dello Sforzesco. Poi ha dovuto ricevere, dalle […]

  

Quartieri degradati: puliscono i cittadini

I quartieri di Milano sono sempre più sporchi e i leghisti lanciano «PuliAmo Milano»: pulizie di primavera nelle zone più degradate della città. Lo ha raccontato Chiara Campo con un articolo (e una mappa) nel Giornale in edicola oggi (venerdì): Sono stati scelti quei luoghi dove i residenti lanciano di continuo sos al Comune o ai vigili, ma i rifiuti – anche ingombranti – possono rimanere nella stessa posizione per mesi. Come in zona 8, dove consiglieri e militanti lumbard hanno deciso di concentrarsi sulla raccolta dei materiali abbandonati da troppo tempo nell’area occupata da abusivi accanto alla Villa Caimi, […]

  

Un sindaco partito dal Consiglio di Zona?

I quartieri e le zone. I temi cari a questo spazio tornano (almeno tre volte) nel discorso che Giulio Gallera, coordinatore cittadino di Pdl e ora di Forza Italia, ha fatto al Giornale tre giorni fa a proposito del nuovo sindaco di Milano (che lui auspica ovviamente di centrodestra). Intanto il consigliere comunale e regionale è convinto che la sinistra abbia deluso (soprattutto) proprio dove aveva illuso di poter incidere davvero,  ovvero nelle periferie e nei quartieri, mentre il centro città – secondo l’opposizione – sarebbe un po’ al centro di tutti i pensieri dei “radical chic” (sebbene anche in centro […]

  

La città dei 53 cantieri

Ottobre è l’ultimo mese utile per la manutenzione e il rifacimento di strade, marciapiedi e carreggiate. Partono dunque in questi giorni 53 cantieri, ultime tranche di interventi che da aprile a oggi hanno interessato 1.150.000 metri quadri in tutte le zone della città. Lo ha raccontato la mia collega Marta Bravi sul Giornale di ieri. Ecco le strade coinvolte, zona per zona:  … I lavori si concentreranno nelle zone 6, 7, 8 e 9. Per quanto riguarda la zona 6: saranno chiuse al traffico, di notte, piazza Belfanti (dal 7 al 9 ottobre), via Bussola (8 ottobre), piazzale De Agostini […]

  

Quartieri e Zone: la Milano di domani

I quartieri di Milano sono tante piccole Babele, città nella città. Un tempo improntate a un certo ordine (ma sarà proprio così?) oggi sono un impasto etnico e culturale. E a volte polveriere che nessuno sorveglia. E le Zone? Le “Zone (così come sono) non hanno poteri”, dicono molti. E infatti presto avremo i municipi anche a Milano (il “presto” in Italia, quando si tratta di riforme, ha un valore molto relativo). Eppure già oggi le Zone meritano di essere seguite. Non tanto i pareri, le commissioni e le delibere. Sì, ci sarà tempo anche per quelle; ma il lavoro più importante è […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2019