L’appello alla mobilitazione antisemita

ebraica

La contestazione a colpi di insulti alla “Brigata Ebraica” è stata una vergogna del 25 aprile. Nell’anniversario della Liberazione, dietro le insegne della formazione partigiana ebraica si era raccolta in pratica la comunità ebraica milanese, eppure una manciata di militanti dei centri sociali – quel giorno – aspettò letteralmente al varco di piazza San Babila quella sparuta, pacifica delegazione. E inscenò un indecente assalto, che fu solo verbale grazie alla presenza di un cordone di polizia. Quell’episodio, non inedito, resta come una macchia delle manifestazioni. Eppure il bis è giù pronto. La data è già fissata sul calendario: il 19 settembre. L’ha segnata una […]

  

Foibe, quei silenzi imbarazzanti della sinistra

Dopo lo sfregio del consigliere Pd Onorio Rosati  che si è rifiutato di partecipare alla cerimonia in Regione in ricordo dei martiri delle Foibe (censurato dal segretario metropolitano Pietro Bussolati) , è stata la volta dei consiglieri della sinistra radicale  che nei consigli di zona sono usciti dall’aula nel momento del silenzio, rifiutandosi di onorare la memoria di 30mila vittime innocenti. Così in consiglio di zona 3  il presidente di Rifondazione Renato Sacristani ha avuto il coraggio di negare il minuto di silenzio chiesto dai consiglieri. Il motivo? ” Le verità storiche sono più complesse delle versioni che della storia […]

  

Stangata sugli impianti sportivi. Pd sull’orlo della crisi (di nervi)

Maggioranza sull’orlo di una crisi di nervi in zona 7. Tutto per una mozione sull’aumento delle tariffe degli impianti sportivi. La stangata, si sa, non è piaciuta a nessuno e Marco Bestetti, consigliere di Forza Italia, ha messo il dito nella piaga. Essendo arrivata in discussione una delibera per il finanziamento di alcune associazioni sportive ed essendo citato in premessa il sacrosanto diritto di fare sport riconosciuto a tutti, Bestetti si è ricordato che Palazzo Marino ha incrementato notevolmente i prezzi di piscine e campi sportivi e ha pensato bene di presentare un documento per chiedere, senza polemiche, il ripristino […]

  

La sinistra milanese si dimentica Riccardo Lombardi

In un florilegio di commemorazioni e ricordi, il Comune di Milano sembra essersi dimenticato di un personaggio non da poco: il primo prefetto della città nel dopoguerra, Riccardo Lombardi, morto 30 anni fa esatti. Una dimenticanza non banale e non casuale. Rilevata dall’ex assessore Roberto Caputo, oggi voce critica del Pd, di cui è stato vicecapogruppo provinciale. Orfano del padre, morto in Sicilia quando lui aveva solo 3 anni, Lombardi era nato a Regalbuto e aveva origini toscane. Ma a Milano lasciò il segno. Studiò al Politecnico di Milano, dove si laureò in ingegneria industriale, partecipò alla difesa del giornale “Avanti!”. […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2019