Sempre più spesso, le aziende produttrici di smartphone e tablet puntano sulla pubblicità comparativa. Passato il periodo in cui erano le caratteristiche tecniche a far la differenza, ora lo scontro si è spostato sulle interfacce “user friendly” e sull’uso più semplice dei dispositivi.

Al grido di “meno parole, più fatti”, Microsoft entra a gamba tesa nella diatriba tra Apple e Samsung con uno spot che prende in giro Siri (l’app di ricerca basata sul riconoscimento vocale lanciata in Italia un annetto fa), facendo il verso alla pubblicità dell’iPad mini.

http://www.youtube.com/watch?v=86JMcy5OqZA

A confronto ci sono il tablet con la mela morsicata e uno con installato il nuovo Windows 8. Mentre quest’ultimo compie diverse azioni, Siri ripete: “Mi spiace, non so farlo”, fino a confessare di non saper usare Power Point. “Posso suonare Chopsticks?”, chiede alla fine avviando l’app che simula un pianoforte e suonando la colonna sonora dello spot dell’iPad mini.