Lo scenario si ripete almeno una volta al giorno. Poggio le chiavi (o il telefono, la penna, un documento importante o la chiavetta Usb, il portafogli) da qualche parte e nello stesso istante dimentico di aver compiuto il gesto, costringendomi poco dopo a setacciare casa o ripercorrere a ritroso il percorso fatto per trovarle. Come fare? Anche stavolta ci viene in soccorso la tecnologia.

Il mercato si sta popolando di una serie di gadget che, grazie a un chip rintracciabile via bluetooth o wifi, promettono di aiutarci a ritrovare qualsiasi cosa. Uno dei più attesi del momento si chiama Tile. Si tratta di una tesserina contenente un chip che si può attaccare sugli oggetti che più spesso vengono smarriti: dalle chiavi al portafogli, dal telefono alla bicicletta. Si può mettere persino sul collare del cane o del gatto. In questo modo, attraverso un’app (per ora solo su iOs) possiamo sapere sempre dov’è l’oggetto in questione facendolo suonare a distanza e localizzandolo grazie al Bluetooth entro un raggio d’azione tra i 15 e i 45 metri. Inoltre se si segnala l’oggetto come smarrito, chiunque abbia Tile installata sul proprio dispositivo (e sia autorizzato) può localizzarlo e avvisare il proprietario. Ogni tesserina costa 19,95 dollari (meno di 15 euro) dura circa un anno (le batterie non possono essere rimpiazzate) e sarà disponibile dalla primavera 2014.

Ma le alternative sono tante, come Lapa. Dalla forma e peso simile a quella di Tile, è disponibile in tre colori e ha un’app collegata sia per iOs che per Android. A differenza del suo concorrente, inoltre, segnala l’oggetto cercato su una mappa e avvisa nel caso ci si allontani troppo (utile per chi come me rischia di dimenticarsi la borsa un po’ ovunque). In questo caso la batteria – che dura comunque un annetto – è sostituibile. Il prezzo andrà dai 19 euro per una tesserina singola ai 129 euro per 9 dispositivi.

Tra gli ultimi arrivati c’è poi Chipolo, già in vendita in Italia nelle catene di elettronica a 29 euro.  Anche questo, dotato di batteria sostituibile, funziona tramite Bluetooth 4.0 e un’app disponibile sia per iOs che per Android che emette un suono mano a mano che ci si avvicina e che mostra la distanza dell’oggetto (al massimo 200 metri).

E per chi ha un dispositivo Windows? In attesa che siano disponibili anche le app per gli altri gadget ci ha pensato Nokia, che ha lanciato da poco il suo Nokia Treasure Tag, un portachiavi con tanto di clip da applicare a chiavi, borse e quant’altro. In questo caso è necessario avere un Lumia: smartphone e portachiavi intelligente sono collegati via Bluetooth o connessione Nfc e suonano nel momento in cui ci si allontana troppo. Impossibile, quindi, uscire senza portafogli, ma se si smarrisce l’oggetto, lo si potrà ritrovare grazie all’app dedicata e alle mappe Here. Ogni Lumia può essere associato fino a quattro Tag. La batteria è del tipo a bottone (simile a quella degli orologi per intenderci) e sostituibile. Il portachiavi – per cui sono state promesse anche app per gli altri sistemi operativi – sarà venduto da aprile a circa 25 euro e sarà disponibile in 4 colori. Il Tag sarà disponibile in quattro diversi colori (ciano, giallo, bianco e nero) a un prezzo di vendita consigliato di 24,90 Euro. L’inizio della distribuzione è previsto per aprile.

Tag: , , ,