È finita l’attesa per i fan degli smartphone a marchio Google. Senza evento in pompa magna, l’azienda di Mountain View ha presentato due nuovi dispositivi e la nuova versione del sistema operativo.

Entro la fine di ottobre dallo store online si potranno preordinare il Motorola Nexus 6 e l’Htc Nexus 9. La gamma  Nexus è formata da una serie di dispositivi firmati direttamente da Google in partnership con alcune case produttrici. A caratterizzarli (e renderli ambiti) è la versione stock (cioè senza personalizzazioni di terze parti) di Android, oltre alla certezza di avere gli aggiornamenti quasi in tempo reale (la gestione del software è fatta direttamente da Mountain View).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Nexus 6 ha un display da 5,96 pollici, processore quad core da 2,7 GHz, memoria interna da 32 o 64 Gb a seconda del modello e una fotocamera da 13 megapixel. La batteria da 3220 mAh che garantisce graziea al “turbo charger” un’autonomia di sei ore con soli 15 minuti di ricarica. Ancora ignoto il prezzo, ma secondo indiscrezioni dovrebbe aggirarsi tra i 549 e i 649 dollari, un costo ben superiore a quelli a cui ci aveva abituato Google negli anni scorsi.

Ha un display da 8,9 pollici, invece, il Nexus 9, il primo Nexus a 64 bit, in vendita dal 3 novembre. Il tablet ha 2 Gb di ram, 16 o 32 Gb di memoria espandibile con microSd e fotocamera posteriore da 8 megapixel. Dovrebbe costare dai 479 ai 599 dollari.

Entrambi i dispositivi saranno equipaggiati con Android 5.0 Lollipop, che arriverà presto anche sui Nexus 4, 5, 7 e 10.  Con questo sistema operativo Google ridisegna l’interfaccia con il Material Design e aggiunge alcune funzioni come il supporto per il multi utente e la nodalità ospite, una semplificazione delle impostazioni e della funzione di backup e alcuni miglioramenti in termini di prestazioni e autonomia della batteria.

Tag: ,