Le 10 truffe più diffuse su Facebook

Facebook ha ormai compiuto 10 anni. E anche se rispetto agli Stati Uniti in Italia spopola da meno di un decennio, è ormai parte fondante della nostra vita (digitale). Non mancano certo i detrattori, anche se a preoccupare non deve essere tanto la quantità di informazioni che diamo al social network intenzionalmente, quanto quelle che senza nemmeno accorgercene rischiamo di regalare a malintenzionati. Sorprende, infatti, che ancora in molti caschino nelle truffe e nel cosiddetto “scam” (applicazioni e link usati per rubare i dati degli utenti). Ecco le più diffuse secondo la società specializzata in sicurezza informatica BitDefender. Al primo […]

  

Quali password cambiare dopo il bug “Heartbleed”

Uno dei peggiori incubi del web sembrerebbe diventato realtà: un baco nel più usato sistema di crittografia mette a rischio i nostri dati. Il cosiddetto bug Heartbleed ha colpito molti siti e servizi popolari, come Gmail e Facebook negli ultimi due anni. Molti servizi hanno già provveduto a tappare la falla. Per quanto riguarda gli utenti, la prima cosa da fare è quella di cambiare la password e verificare che il problema sia risolto (in caso contrario la modifica delle credenziali non servirà a molto). Il sito di tecnologia americano Mashable ha stilato una lista dei siti che potrebbero aver subìto il bug. Vediamoli […]

  

Merkel: “Costruire una rete web europea”. Ma non ha fatto i conti col mercato

“Parleremo con la Francia su come mantenere un alto livello di protezione dei dati. Le mail e gli altri dati dei cittadini europei non devono attraversare l’Atlantico. Sarebbe meglio costruire un network europeo”. Chi lo ha detto? Una delle donne più potenti al mondo: Angela Merkel. Ma come pensa la Cancelliera di creare un “network parallelo” a quello che usiamo tutti? È vero, le grandi aziende del web come Google o Facebook hanno la loro sede principale  negli Stati uniti. Hanno una quantità infinita di dati che ci riguardano (e che diamo loro spontaneamente, che ne siamo coscienti o no) su server […]

  

Come seguire tuo figlio online (e insegnargli a usare la rete)

da il Giornale di venerdì 15 novembre 2013 IL COMPUTER: Non lasciarlo sempre acceso È un mezzo e come tale deve essere usato. Insegnatelo ai bambini e non abbandonateli davanti al pc. In ogni caso, attenzione a dove viene installato: meglio un posto visibile, in modo da avere sempre lo schermo sott’occhio. Evitate, soprattutto per i più piccoli, di piazzarlo nella loro stanza. Stabilite orari e regole precise per l’uso. Non lasciate il pc sempre connesso e impostate una password sicura in modo da sapere sempre quando i bambini navigano. SOCIAL NETWORK: Aiutate a impostare i corretti livelli di privacy […]

  

Twitter pronta a sbarcare in borsa

Un miliardo di dollari per scendere in Borsa. Tanto spera di recuperare Twitter con l’ipo (l’offerta pubblica iniziale che permette di vendere i titoli di una società prima della quotazione) presentata oggi alla Sec (la Consob americana). Un miliardo di dollari per un social network che, a differenza del “cugino ricco” Facebook, ha sempre trovato nella scarsa possibilità di monetizzazione il suo scoglio più grande. Scarsa profilazione degli utenti e poca possibilità di inserimento di banner pubblicitari, infatti, caratterizzano da sempre il portale, diventato ormai il preferito dei giornalisti. A poco sono serviti i “promoted tweet” e i “promoted trends” che […]

  

Tanti auguri Google

Era il settembre 1998, il cosiddetto “web 2.0″ non era ancora nemmeno immaginabile e due studenti di Stanford, Larry Page e Sergey Brin, cambiano nome al motore di ricerca su cui lavorano da qualche anno: nasce così Google. Non è chiaro quale sia la data esatta del compleanno (la richiesta per fondare l’azienda fu inoltrata il 4 e venne acolta tre giorni dopo, mentre il dominio fu registrato il 15). Giorno più, giorno meno, sono passati quindici anni e quello che era un progetto messo in piedi da due universitari in un garage di Menlo Park (California) è diventato uno […]

  

La sfida di Facebook e Google? Portare internet ovunque

Mark Zuckerberg continua nel suo proposito di conquistare nuovi mercati. Dopo aver festeggiato i 100 milioni di utilizzatori per Facebook for every phone (l’app che permette l’uso del social network anche su telefoni più datati), il biondino di Palo Alto lancia “Internet.org“, una campagna con la quale connettere i 5 miliardi di persone al mondo che al momento non hanno un accesso al web. Un progetto che Facebook porta avanti grazie alla collaborazione di Nokia, Qualcomm e Samsung. “La connessione è un diritto dell’uomo”, dice Zuckerberg, sostenendo di essere mosso solo da intenti umanitari: “Se volessimo solo pensare ai soldi, sarebbe […]

  

Lo spot che entra nella testa

Avete presente tutte quelle teorie che – tra il serio e il faceto – sostengono sia facile indurci ad avere un determinato comportamento grazie a messaggi subliminali che condizionerebbero il nostro inconscio? Indimenticabile la scena di “Fight Club” in cui Brad Pitt – Tyler Durden inserisce immagini pornografiche nei cartoni animati. Nonostante siano ipotesi suggestive, la loro efficacia non è mai stata dimostrata. Ma a questo genere di messaggi si ispira ora un nuovo tipo di comunicazione pubblicitaria, sperimentata in Germania dall’agenzia BBDO per Sky e che, più che ad inculcare un’idea, punta a sorprendere. http://www.youtube.com/watch?v=Z8g_SBzQFE8 Il funzionamento di questo […]

  

Un’altra mossa della Mayer: Yahoo! acquista Qwiki

Dopo le foto, la battaglia dei social si sposta sul fronte dei video. Ha iniziato Facebook, integrandoli su Instagram e in realtà “scopiazzando” qua e là da altri servizi più o meno conosciuti (Vine, Tout e altri). E ora tocca a Yahoo!, che con il cambio ai vertici sta cercando di rifarsi il look e recuperare il gap con le altre piattaforme. Questa volta nelle grinfie di Marissa Mayer è finito Qwiki, un app per iOs che permette di montare foto, video e musica in filmati da pochi minuti. Un’operazione che varrebbe, secondo le indiscrezioni, 50 milioni di dollari e che […]

  

Google: giro di vite contro la pedopornografia

In questi giorni non si fa altro che parlare dello spionaggio da parte del governo Usa sui dati informatici e non dei cittadini. Ma se a venir spiati fossero solo quelli che commettono reato? Di questo in fondo si tratta quando si parla di un database di immagini pedopornografiche e contenuti inappropriati che Google intende mettere in piedi. Il progetto a cui lavorano a Mountain View funziona così: gli utenti segnalano foto e contenuti pedopornografici, che finiscono in un archivio che le “etichetta” e le condivide con associazioni e autorità preposte. A questo punto un sistema totalmente informatizzato setaccia il web […]

  

Il blog di Clarissa Gigante © 2018