Di difesa bisogna parlarne seriamente e senza ideologismi – Parola di Toccalini

Quando la politica non sa più dove tagliare per raccattare qualche risorsa, solitamente il bersaglio più facile è il budget della difesa, poiché e facilissimo farlo digerire all’opinione pubblica. La difesa però non è solo guerra, non sono solo missioni, ma è anche industria ad altissimo valore aggiunto, il cui spillover tecnologico fa spesso fanno partire nuove industrie nel civile (pensiamo ad Internet o al GPS). Ho chiesto all’Onorevole Toccalini di darci un vademecum su come convincere la sinistra che tagliare la difesa vuol dire tagliare il futuro. Ecco la su risposta: L’industria della difesa italiana rappresenta uno dei comparti […]

  

Il tracollo Labour nelle periferie industriali è segno dei tempi che cambiano

Il livello della sconfitta dei Labour nel Regno Unito è fuori dal comune. Il partito del rosso Jeremy Corbyn non perdeva così male dal lontano 1935. Una disfatta totale di un partito che è passato dai fasti del New Labour di Tony Blair alle proposte socialiste, collettiviste e di rapina sociale portate avanti da Corbyn. Non è un caso che questo Labour abbia avuto l’endorsement da parte di Alexandria Ocasio Cortez, la socialista più famosa d’Oltreoceano. E, qui lo dico e qui lo nego, non mi stupirei se i democratici americani, spostatisi apertamente su posizioni socialiste, prendano una bella tranvata […]

  

Ne terremoto ne plastic tax possono intimorire la NEREA!

Come sapranno i lettori di questo blog, io ho un attaccamento smisurato verso il mio territorio d’origine, le Marche, e sono un grande appassionato di industria, quella old style. Per questo nei giorni scorsi sono andato a visitare la NEREA, una fabbrica di imbottigliamento che si trova a Castelsantangelo sul Nera, un piccolo paesino in mezzo ai monti Sibillini completamente raso al suolo dal terremoto del 2016. Ho incontrato Benedetto Cesaretti, direttore delle operazioni della fabbrica, che mi ha fatto da Cicerone nella fabbrica e mi ha spiegato un po’ di cose sulla ripresa dell’attività industriale nel post terremoto e […]

  

Lotta senza quartiere alla droga! – Parola del Questore Pignataro

Il primo articolo di questo blog ha trattato una situazione di degrado e di insicurezza della Provincia di Macerata, l’hotel House. Ebbene, è arrivato il momento di tornarci su ed analizzare con calma come una provincia tranquilla, come ce ne sono tante altre in Italia, si sia trasformata in un inferno di spaccio e di criminalità, anche organizzata. Dopo l’omicidio di Pamela Mastropietro, infatti, nella provincia si è aperto un vaso di Pandora che nessuno aveva mai scoperchiato, ed il Questore Pignataro, arrivato a Febbraio 2018, si è trovato avanti ad un vero e proprio campo di battaglia. Era tempo […]

  

I ponti non cadono per il climate change, sveglia!

La realtà bussa sempre alla porta, specialmente a quella dei messia del cambiamento climatico. Mentre un’intera classe dirigente occidentale, specialmente i progressisti, si stanno preparando a buttare miliardi e miliardi di dollari in vari “Green New Deal”, che faranno ricchi solo i furbi che prenderanno i sussidi, i ponti e le strade cadono. Quello che è successo in Albania, con il terremoto, quello che è successo a Venezia e a Genova non sono robe legate al cambiamento climatico: sono problemi che ci sono sempre stati da quando l’uomo ha cominciato a costruire case e a vivere una vita moderna e […]

  

La destra cresce tra gli italiani all’estero, ma che fatica!

Quello di oggi più che un articolo è una riflessione su vita (politica) vissuta. Voglio parlarvi di come sia fare attività politica quando si è italiani all’estero. Quando Mirko Tremaglia diede la possibilità agli italiani all’estero di poter votare per i propri rappresentanti al parlamento italiano, la destra pensava che tutti gli expat fossero dei destrorsi. Qualche anno dopo, il pensiero di Tremaglia si è rivelato abbastanza inesatto. Il voto degli italiani all’estero, e di conseguenza anche i rappresentanti politici, sono sempre stati appannaggio del centrosinistra. I collegi esteri sono diventati nel tempo come delle enormi regioni rosse dove la […]

  

L’ILVA chiude i battenti, l’Italia descresce e si lasciano per strada migliaia di famiglie. Ora Barbara Lezzi sarà felice!

La situazione dell’ex ILVA è tragica, con migliaia di posti di lavoro in bilico nel solo sito tarantino e altri migliaia a rischio in altri stabilimenti e nell’indotto. La situazione è grave, e la cronistoria del dramma ILVA l’ha raccontata bene ieri Carlo Calenda, ospite dal nostro Nicola Porro. Il gruppo franco-indiano ArcelorMittal e le parti sociali e governative avevano messo le carte in tavola: più di un miliardo per la bonifica ambientale messi da ArcelorMittal e nessun licenziamento fino al 2023, previo scudo penale per evitare che la magistratura mandasse avvisi di garanzia a raffica. Si, perchè sarebbe successo […]

  

Ep. 3 Liberiamo le Marche – I grillini vogliono una regione che decresca felicemente

Proprio ieri ho visto un’intervento della candidata del centrodestra in Umbria, Donatella Tesei, che descriveva la sua regione come in caduta libera per quanto riguarda il PIL, le infrastrutture e la qualità della vita. Purtroppo non ho potuto fare a meno di pensare alla realtà delle Marche, secondo il mio parere ben più drammatica di quella umbra. Come avranno capito i lettori di questo blog, ho una particolare passione per l’industria e le grandi infrastrutture, senza le quali un paese avrebbe i piedi di argilla. Le Marche, che hanno il record di non aver espresso neanche un ministero nella Seconda […]

  

Viva la piazza schietta della Lega, contro i fighetti della Leopolda renziana

Non ho voluto fare commenti a caldo, nemmeno su Facebook, sul confronto tv fra Matteo Salvini e Matteo Renzi. Non voglio soffermarmi tanto sulle politiche che i due Matteo portano avanti, le differenze sono chiare a tutti e ovviamente io sono al 100% con quelle del Matteo lombardo, senza se e senza ma. Quello su cui voglio soffermarmi è l’idea di Italia, di quale rapporto hanno con il cuore pulsante del paese, di quale futuro immaginano e quale presente vivono. Salvini è legatissimo al suo popolo, non si vergogna di andare alle feste di paese e di mangiare il cibo […]

  

Elogio dell’acciaio e della vera industria, contro il logorio delle startuppine moderne

Ieri in uno dei miei video in diretta, ho parlato di come mai in questi anni stiamo vivendo il perenne conflitto tra una nuova economia basata sul “tech”, con i campioni della Silicon Valley in prima linea, e la decadenza del tessuto industriale classico, tipo l’acciaio, che ha reso grande e ricco l’occidente. Si perchè la grandezza dell’occidente non inizia con le app, con il tech, con le start up innovative e chi più ne ha più ne metta, bensì con l’acciaio, i carburanti, la chimica e la cantieristica navale, giusto per citarne alcune. Alcuni guru dell’innovation technology dicono che […]

  

GLocal © 2019