Questa s’era già sentita. Per l’edizione latinoamericana di Rolling Stone, Elvis Presley sarebbe ancora vivo e vivrebbe in Argentina. D’accordo, si avvicina il trentennale della sua (presunta) morte e quindi tutto fa brodo per ravvivarne il mito. Però a Buenos Aires hanno fatto qualcosa di nuovo: hanno appeso sui muri le foto della rockstar come sarebbe oggi, a 72 anni. Come a chiedere: l’avete visto? Favoloso. Lui sì che è stato il primo divo rock ad approdare a Second Life, altro che. Sono tre decenni che vive una vita parallela, che si muove per il mondo senza seguire la sua musica ma solo la fantasia dei fans che lo vorrebbero qui e ora anche se probabilmente sarebbe la parodia di se stesso. Forse sarebbe meglio appendere i manifesti per le strade con il volto di Elvis al massimo della sua gloria, alla fine dei Cinquanta o all’inizio dei Sessanta. E’ proprio di quello che si stanno perdendo le tracce, purtroppo.