Non sparate su Capossela, please

Lo so, lo so, parlando di Vinicio Capossela qualcuno storce subito la bocca. Troppo simile a Tom Waits. Troppo simile a Paolo Conte. Troppo simile a chissà chi. L’altro giorno l’ho visto in un piccolo teatro di Milano mentre, entusiasta come un bambino, presentava il suo nuovo cd intitolato “Da solo”. Ha tenuto uno spettacolino cantando cinque o sei pezzi e blaterando più del solito, tutto preso com’era dall’entusiasmo di far sentire i nuovi pezzi. Poi si è seduto a tavola e, di fronte a un bicchiere di vino, ha parlato ancora, strologando, divagando, improvvisando parole. Lui è fatto così: […]

  

Gli Ac/Dc (basta la parola)

Oggi esce il nuovo cd degli Ac/dc dopo otto anni di silenzio. Si intitola Black ice ed è inutile recensirlo: gli Ac/Dc sono quelli, tutti li conosciamo, suonano il sano, sporco rock’n’roll nato con Chuck Berry e Bo Diddley e lo fanno con un tocco talmente personale che chiunque li può riconoscere al primo colpo. La chitarra di Angus Young (nella foto sul set del video di Rock’n’roll train) è veloce e ispirata. La voce di Brian Johnson non perde colpi ed è rugginosa come al solito. E l’accoppiata basso batteria di Cliff Williams e Phil Rudd è una delle […]

  

Pavarotti si celebra così: sinceramente

Alla fine, nei camerini immersi nella sabbia, erano tutti entusiasti. Laura Pausini sorrideva, Jovanotti commentava il suo duetto con lei in ‘Caruso’, Zucchero salutava tutti (come fa sempre) e Sting chiacchierava con la sua Trudie in attesa che la regina Rania di Giordania passasse a salutarlo. Nello scorso fine settimana a Petra, in un lembo di terra della Giordania schiacciato tra Israele e l’Arabia Saudita, tutti questi artisti (più Andrea Bocelli, il soprano Angela Gheorghiu, il flautista Andrea Griminelli e ancora altri, tutti accompagnati dala Filarmonica di Praga) hanno festeggiato quello che sarebbe stato il 73esimo compleanno di Luciano Pavarotti. […]

  

Ci risiamo (ma il bello deve ancora venire)

Rieccomi qui. Mamma mia quanto tempo è passato dall’ultimo post che ho scritto. Innanzitutto le scuse a tutti voi: in questi due mesi di assenza ho lavorato tantissimo, non ho mai avuto l’ispirazione per scrivere qui e mi dispiace molto. E poi voglio ringraziare i lettori fedeli, da Sally a Sissi a Raffa a Guglielmo a Lui Hard Rocker, che, nonostante io fossi latitante, hanno continuato a farsi leggere inviando commenti. Grazie!! Dunque che cos’è successo in questi mesi?? Ho visto qualche bel concerto, ho incontrato persone che ricorderò (senza dubbio tra questi Brian May dei Queen) e ascoltato anche […]

  

Il Blog di Paolo Giordano © 2017