Lady sempre meno Gaga

Una Lady sempre meno Gaga. Altro che tamarrate da circo Barnum: stavolta sorprende senza prendere troppe licenze. Abito di velluto blu elettrico con strascico lungo due metri. Ciglia modello Hollywood anni Cinquanta. Rotondità golose e mediterranee. Insomma, più Liza Minnelli che Miley Cyrus. E poi di fianco ha Tony Bennett che in arte è l’ultima leggenda vivente dello swing, sessant’anni più di lei, padre putativo della sua svolta. Una vera svolta e forse anche una svolta vera. La Lady orfana di Gaga l’ha annunciata di fianco alla leggenda, quasi guardandola negli occhi, l’altra sera nel salone rinascimentale del Comune di […]

  

Freddie e Jacko, il duetto più atteso di sempre

Forse prima era troppo. Troppo grande. Troppo esagerato. Ora si può ascoltare perché è un monumento alla memoria. Nel nuovo disco dei Queen, che sostanzialmente è un greatest hits con tante chicche per affezionati e collezionisti, c’è la canzone delle canzoni. Attesa per decenni. Chiacchierata. Discussa a scatola chiusa. Il duetto tra Michael Jackson e Freddie Mercury. Si intitola There must be more to life than this , ha trentatre anni ma anche solo all’apparenza non li dimostra. E una parte del merito (ma solo una parte) è del produttore William Orbit, uno che se ne intende. Tutto dipende da […]

  

Keith Richards scrive del nonno (per i bimbi)

Gli uomini che invecchiano tornano bambini. E le rockstar che invecchiano talvolta scrivono libri per bambini. Come Keith Richards, quasi 71 anni dei quali 52 trascorsi con i Rolling Stones, riassunto sopravvivente dell’epoca in cui il rock era sesso e droga e qualsiasi altra cose fosse contro. Si intitolerà Gus & Me: la storia di mio nonno e della mia prima chitarra e uscirà tra poco. «È stata un’idea del mio editore mentre scrivevo l’ultimo libro Life », ha detto al Los Angeles Times : «Mi suggerì di trasformare in un libro a parte il mio rapporto con il nonno. […]

  

Gazzé Fabi Silvestri non deludono

Tre solisti per una band. «E non è un progetto tanto per gradire, è il frutto di una lunga riflessione e di una profonda complicità artistica», dicono i tre in questione, ossia Daniele Silvestri, Niccolò Fabi e Max Gazzè mentre presentano il loro disco più atteso. Quello della reunion di una band mai nata eppure lungamente immaginata perché, si sa, il loro milieu è comune, sono romani e coetanei e pure amici. Qui c’è il nuovo singolo L’amore non esiste http://www.youtube.com/watch?v=-umMDLbqtWs Insomma Il padrone della festa (che nell’anteprima streaming di Tim Music in 24 ore ha fatto il record di […]

  

J Ax: la telefonia paghi la musica

J Ax no, lui non fa una grinza: da oltre vent’anni continua a fare il suo rap, è diventato discografico di se stesso, dice quel che pensa e, piaccia o no (e a qualche critico no), quando lo dice graffia sempre. Il pubblico da prima serata l’ha scoperto soprattutto grazie a The Voice ma due generazioni di tifosi lo seguono senza se e senza ma. Per capirci, l’album pubblicato prima che lui sbarcasse nel talent di Raidue era arrivato al disco di platino, a dimostrazione che la sua carriera non aveva bisogno di un farmaco salvavita. Dopotutto J Ax più […]

  

Gli U2 e l’ipotesi del tris

Insomma gli U2 sono tornati a fare gli U2. O almeno ci hanno provato. Riuscendoci a metà. Uscito a bruciapelo in mondovisione gratis per il mezzo miliardo di utenti iTunes («Un miliardo di orecchie», come ha scritto Bono da buon imbonitore), Songs of innocence ha il chiaro obiettivo di celebrare le radici della loro musica già con il singolo The miracle (of Joey Ramone), che nel titolo omaggia i Ramones simboli del punk, o con This is where you can reach me, vagamente impregnato di cromosomi Clash e pure con California, aperta da un coretto ispirato a Barbara Ann. Un […]

  

Il Cile modello di “cantarockautore”

Il Cile non è un cantautore ma scrive e compone brani come se lo fosse. E non è un rocker, anche se la sua attitudine è quella. Si capisce subito anche ascoltando il suo nuovo disco In Cile veritas che gronda sofferenza illuminata da sprazzi di serenità autobiografica (tipo Sapevi di me ). Dopotutto un artista («Questa parola però non mi piace») che si è fatto conoscere con un brano come Cemento armato e ha debuttato con un disco intitolato Siamo morti a vent’anni non è l’immagine dell’allegria. Però che importa: qui ci sono dieci brani corposi, ficcanti e non […]

  

Il Blog di Paolo Giordano © 2017