Pink Floyd, scacco matto al rock

Giusto lì, giusto quel punto hanno centrato: il suono dei Pink Floyd. Riconoscibile. Ma inimitabile. Difficile dire il contrario dopo aver ascoltato il nuovo singolo Louder than words , uno dei (solo) tre cantati dell’album The endless river , in uscita il 7 novembre dopo una fanfara che va avanti da mesi. Ai Pink Floyd piacciono i contrasti perciò, a dispetto del titolo (il fiume senza fine), questo disco è la sigla finale di una band decisiva: «Rick Wright se ne è andato – ha detto ieri David Gilmour alla Bbc – è un peccato ma è la fine». Perciò […]

  

Il mistero infinito dei dischi venduti

Ah le cifre. Quante sono davvero le copie vendute di ciascun disco? Thriller di Michael Jackson è davvero il più comprato di sempre? E i clic su YouTube sono veritieri? A discografici e artisti fa comodo esagerare i dati oppure nascondere le defaillance, ovvio. E, finché si tratta di nutrire l’orgoglio delle popstar, va bene tutto. Ma quando le cifre diventano un traino fondamentale del successo (molti fenomeni decollano solo perché presentati come «il più cliccato su YouTube» o «il più venduto nel dato paese») allora sarebbe opportuna un po’ di chiarezza in più. A dire il vero, YouTube ci […]

  

I Pink Floyd aprono la miniera. Ma poi?

Prima o poi avrebbe dovuto succedere. E’ adesso. I Pink Floyd hanno finalmente deciso – forse perché non c’è più nessuna possibilità che i superstiti tornino a suonare insieme salvo miracoli come l’altra sera alla O2 di Londra- di riverniciare il loro passato. Dal 26 settembre inizieranno a piovere i cd, dvd, blu ray ecc. ecc. che compongono “Why Pink Floyd…”, in sostanza la loro opera omnia. Si tratta di cd rimasterizzati in edizione Discovery (ossia album in digipack con nuovi libretti), le versioni ‘Immersion’ (box contenente cd, dvd, blu ray e varie memorabilia) e quelle ‘Experience’ riservate agli album […]

  

Il miglior chitarrista del mondo si chiama Tremonti

Questa è bella: il miglior assolo di chitarra di tutti i tempi è quello di Mark Tremonti in Blackbird degli Alter Bridge. Niente Jimmy Page. Niente Eddie Van Halen. A deciderlo è stato il mensile inglese Guitarist, che non è proprio l’ultimo degli arrivati visto che, oltretutto, pubblica da quasi trent’anni. Allora il più bravo sarebbe questo ragazzone di Detroit, che ha il cognome di un ministro, ha 37 anni e, dopo aver avuto un bel successo con i Creed (oltre venti milioni di copie vendute) ha formato gli Alter Bridge con un cantante che pure lui ha un cognome […]

  

Il Blog di Paolo Giordano © 2019