Quel giovanilismo vecchio delle mummie europeiste

L’ultimo nerboruto indizio del giovanilismo, come teologia che sancisce la superiorità biologica degli “eletti d’anagrafe”, lo si deve alle Camicie Nere, fulgide icone del fascistico vigore maschio. Marinetti, del resto, ne  “Il Manifesto del futurismo”, aveva cantato, in tempi molto sospetti,  la forza fisica, lo sprezzo del pericolo, l’architettura muscolare come struggente poesia del corpo guerriero. Giovane, d’eterna, divina fattura. Immune a qualsivoglia tumefazione della materia. L’artrite reumatica, sintomo eversivo di umanità gracili, fu esiliata oltre il perimetro della Primavera di Bellezza, fulgidamente tirranica. Unica , poderosa protesi di Dio. Nel frattempo, altre retoriche “virili”  sono andate innervando le sequenze del tempo […]

  

Se Renzi è riformista, Turati non scherza

Le parole, quali sedimenti di sapienza  o fuochi di memoria, hanno ormai smarrito il loro potere evocativo. Si arrendono spesso ad  improvvidi utilizzi.Fluttuano nell’etere come fragili vascelli, in balìa dei falsari del senso. Il caso più eclatante di contraffazione verbale politico-mediatica riguarda il termine “riformismo”, impiegato a sproposito per designare la rotta del governo Renzi. Mai dizione, prima d’ora,fu più abusata , e costretta ad ardito slittamento rispetto all’ancoraggio originario, quello dell’ortodossia socialista. Non v’è dubbio che , in questo frangente storico,viga in tv e sui giornali  la retorica polisemica , che sfratta le parole da dimore antiche per liberarne le innumerevoli potenzialità espressive. Del resto,il […]

  

Il blog di Antonella Grippo © 2018