Io, Lotta Continua e l’antifascismo

  Non ho mai rinnegato la mia militanza giovanile in Lotta Continua, la formazione più interessante del complesso arcipelago della sinistra extraparlamentare negli anni ’70. Volente o nolente, ne reco le stimmate. Con euforico tormento. Ci si ubriacava di “luna, di vendetta e di guerra” , di “due anime e un sesso di ramo duro in cuore”, di un “è difficile capire se non hai capito già”. Sempre a bordo delle liste di proscrizione del PCI : se sfottevi un celerino, era incidente probatorio. Kossiga agli Interni, Giorgiana Masi ad imbrattarsi di sangue e di bombolette indiane metropolitane. Il canoro Ti amo -Ti improvvisamente declinato in Ti sparo-Ti. […]

  

Alessandro Nicolò: identikit di un (possibile) Governatore

L‘uomo è granitico, di inusuale coerenza. Forzista sin dai primordi.  Con slancio “integralista”. Del resto, la sua biografia politica ne è irrefutabile prova. Eletto tre volte in Consiglio Regionale, sotto l’egida del partito azzurro, grazie ad un ampio consenso, non ha mai subito la fascinazione dell’erranza trasformistica, nemmeno quando Forza Italia ha esperito destini avversi e vertiginosi insuccessi elettorali. Egli è irriducibile censore di quell’umanità di voltagabbana e traditori, apostati del totem azzurro, nella cattiva sorte, salvo poi recuperarne il “culto”  quando il vento torna favorevole. Il “militante fondamentalista” è rimasto sempre a bordo, anche al tempo della disfatta per […]

  

“Alle donne toste non servono quote di genere.”

“Le donne impegnate nella sfera pubblica dovrebbero opporsi energicamente sia alle ” quote di genere”(lesive della dignità della politica) che alla “pornografia” dei listini elettorali bloccati ( in molti casi, paracadute ignobili per mezzepippe che non sanno volare). Al contrario, molte comparsette di quinta fila si beccano la quota in testa al listino. Spesso, a danno di altre/altri un po’ meglio. Del resto, approfittano di una legge che favorisce la stipsi del talento. Come dire: il fodero combatte e la sciabola resta appesa. Parassite del menga! Sì, del menga!” A sostenerlo è Pamela Perricciolo, titolare con Eliana Michelazzo di Aicos Management, una realtà che […]

  

La solitudine di Pamela

Ecco perché la sua morte non è “femminista”.   La miserevole parodìa del femminismo , meglio nota attraverso la ragione sociale del “se non ora quando” o delle sue sottospecie, davanti al corpo smembrato di Pamela non ha emesso alcun sibilo. Non pervenuta, inoltre, l’eco, seppur debole, di opinioniste di complemento, generalmente incazzate per le “nefandezze” del maschio cattivo. C’è di più : questa volta le sgallettate (senza galloni) radical-chic si sono ben guardate dal connotare l’orrendo crimine come “femmicidio”, termine che reputo obbrobrioso e segregante, ma, in ogni caso, molto frequentato dalle medesime perché deflagri, potentissima, l’indignazione quando la […]

  

Il blog di Antonella Grippo © 2018