Su Dj Fabo facciamo tutti un passo indietro

download

Fabiano Antoniali, conosciuto come Dj Fabo, diventato cieco e tetraplegico per un incidente stradale avvenuto nel 2014, ha scelto di farla finita. Accompagnato dal radicale Marco Cappato, ha deciso di porre fine al suo strazio recandosi in una clinica Svizzera per il ‘suicidio assistito’. Dal giorno di quel maledetto incidente veniva alimentato con sondino e costretto a letto. E fin qui le cose sembrerebbero ‘normali’ nel senso che potremmo definire la sua vicenda come altre che passano per un po’ sotto silenzio e poi, purtroppo, si infilano nella sommaria sintesi dell’ideal-tipo, nella compendiata catalogazione che invece potrebbe andare bene per […]

  

Politici e intellettuali, datevi una calmata.

xcvbcvbcvb

Ma è proprio necessario radicalizzare lo scontro su ogni aspetto del vivere civile? Lo dico ai politici di professione e ai cosiddetti intellettuali che sono l’altra faccia della medaglia. Insomma, ai Salvini e ai Saviano. Capisco sia gli uni che gli altri (più gli uni che gli altri), ma è mai possibile che non vi sia una linea intermedia, uno stile meno perentorio per sostenere le proprie tesi? Che l’altro abbia sempre torto e che le ragioni siano sempre tutte da una parte? La vicenda di quelle zingare trovate a rubare e chiuse dagli addetti di un supermercato in una […]

  

Sovranisti di tutti il mondo, disunitevi!

internazionalismo

C’è poco da fare, è la moda del momento. Ormai è rincorsa a definirsi ‘sovranisti’. Chi si ferma è perduto e chi non lo dice è un traditore della Patria. Oltretutto siamo già ai ‘sovranisti 3.0’, quelli che sentono naturalmente bislacca ogni ipotesi non nazional-popolare e tentano di spingersi all’indietro, ancor oltre la trimurti del ‘Dio, patria, famiglia’; forse ai principi del medioevo e prima ancora. In tutta questa babele c’è però un ”non detto”. Rimanendo nel cielo delle elucubrazioni populistiche e negli elementi fattuali si corre seriamente il pericolo di scostarsi da una realtà tanto banale quanto a portata […]

  

No al Partenone. La Grecia rifiuta i milioni di Gucci.

1

Ataviche inadeguatezze, sciatteria e opportunità sciupate sono elementi di una civiltà in declino che si rendono manifesti soprattutto nell’incuria dei simboli culturali. Quel mondo imponente rappresentato dal nostro patrimonio artistico è infatti svilito dalle tante, troppe manchevolezze che ne rendono per certi aspetti pleonastica l’idea stessa del restauro, della conservazione e, perché no, dello sfruttamento commerciale. Sembra una eresia ma è la realtà a dirci questo. Ecco perché se fino a qualche tempo suscitava chiose polemiche l’eventuale presenza dei privati nella gestione di monumenti-simbolo come il Colosseo, adesso è per certi versi indispensabile e inizia ad incassare consensi da impensati […]

  

Il Duce e i ducetti della libertà

93189_fascio

    Se la proposta all’esame della Commissione Giustizia della Camera diventa legge non sarà più possibile avere o esporre souvenir e immagini fasciste, e sono previsti fino a 2 anni di reclusione per chi li vende. Una storia che a definirla paradossale è poco. A settant’anni dalla loro scomparsa si mira ad inserire nel codice penale il reato di propaganda del regime fascista e nazista. E allora, paradosso per paradosso, mi riprometto fin da adesso di fare le stesse cose suggerite da Stenio Solinas in suo articolo; vale a dire, di fare incetta, un attimo dopo la promulgazione della […]

  

Il blog di Luigi Iannone © 2018