S’i fosse Insinna Flavio

1

S’i fosse buonista, salverei tutti gli ultimi; s’i fosse progressista, tempesterei lo mondo di buone intenzioni; s’i fosse democratico, l’annegherei in un profluvio di politicamente corretto ; s’i fosse invitato dalla Berlinguer, esalterei le donne; s’i fosse seduto di fronte a Landini, difenderei i lavoratori; s’i fosse accanto alla Serracchiani direi che l’Italia è malata di solitudine e indifferenza; s’i fosse in collegamento con Michele Emiliano direi di essere dalla parte degli oppressi; s’i fosse ospite di Rai 3 esalterei la gentilezza e citerei Don Milani; S’i fosse Flavio Insinna com’i’ sono e fui, in pubblico chiamerei ‘signora’ le donne: in privato […]

  

Il terrorismo visto dai salotti

2222222

Chi si fosse perso le dichiarazioni delle ultime ore sui fatti tragici di Manchester da parte di intellettuali, deputati, giornalisti o frequentatori del jet set, stia pure tranquillo. Sono le stesse di Parigi, Bruxelles, Londra e di decine di altre città, quando nel mentre si contavano i morti e i feriti, c’era già chi invitava la popolazione a vivere normalmente la propria vita. Come se nulla fosse successo; come se quell’evento fosse simile ad un voltar pagina ad un libro di fiabe. Perché il bestiario di frasi fatte è utile per ogni occasione, e il registro non cambia sia che […]

  

Scrive lettera d’amore al marito in guerra. Lui la riceve dopo 72 anni.

bbbbbbbbbbbbbbb

    La matassa annodata di una vita così come il granito scolpito di una tomba si sono dissolti in un attimo, all’arrivo di quella lettera imbucata al tempo del Secondo conflitto mondiale e giunta a destinazione pochi giorni fa. Parrebbe aneddoto tra i tanti, magari da condire con dozzinale sarcasmo sulla lentezza delle Poste. Invece è vicenda vera; una delle tante che ci regala un altro tempo e un altro luogo. Una oscurità ovattata ha infatti protetto quella lettera per decenni, che poi, rara e preziosa, è sbocciata come pianta fuori stagione. Lo scenario è quello dei nostri nonni. […]

  

Loch Ness? Io ci credo.

ccccccccccccccccccccccc

In Scozia, due turisti hanno filmato un animale che nuotava in superficie e così Loch Ness è tornata ad essere un luogo enigmatico con strani avvistamenti. La creatura leggendaria chiamata Nessie alimenterà per qualche ora il dibattito per poi ritornare nelle profondità delle acque e della nostra piccola coscienza. Perché è evidente a tutti che in quell’incantevole lago scozzese non viva una creatura millenaria. Eppure, anche con un malcelato sorriso di scherno, in fondo facciamo finta di crederci perché in maniera più o meno inconsapevole abbiamo necessità di ritornare sempre al punto di partenza della nostra vicenda terrena. E perché […]

  

Almerigo Grilz e la ”meglio gioventù”.

cccccccccccccc

Segretario del Fronte della Gioventù di Trieste e nel 1977 vicesegretario nazionale, poi consigliere comunale del Msi, Almerigo Grilz è sconosciuto ai più. Militante appassionato, trovò la morte a soli 34anni e perciò nella simbolica sempre molto affollata della destra italiana occupa un suo piccolo spazio. L’immagine iconica è fissata in quella foto con macchinetta a tracolla, penna in mano, barba lunga, figura da smilzo come se digiunasse da giorni e sguardo furbetto trasognante. Come per un infelice presagio il giorno della sua morte uno sciopero impedì che la notizia fosse compiutamente divulgata. Ma quell’accenno nei confronti del primo giornalista italiano […]

  

Dalle finte primarie alle finte elezioni.

sadfsdafsad

Le cose stanno più o meno così. Il Partito Democratico è l’unico ad avere una parvenza di organizzazione sul territorio e ad offrire periodicamente ai suoi leader la contendibilità della segreteria. Ma di parvenza si tratta, e non di altro. Perché ciò che raccontano di quel partito è plausibile solo agli ingenui. Queste ennesime primarie sono una scialba replica delle precedenti, così scontate dal punto di vista del brio e della effervescenza polemica quanto sempliciotte sotto il profilo del tanto decantato ‘storytelling’. Al pari, le vicende di Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno sono epopea inarrivabile per qualità e suspense. Perché tutti […]

  

Il blog di Luigi Iannone © 2018