Chi ha paura di Lovecraft?

Da qualche settimana è uscito per i tipi di Oakmond Publishing l’ultimo lavoro di Rosario De Sio, dal titolo Chi ha paura di H.P. Lovecraft (p.290, euro 14). Una monografia articolata e piena di spunti, che vaga nel mondo letterario horror ma anche nelle vicende private e pubbliche del cantore più popolare e conosciuto di questo genere che tale poi, in realtà, non è… visto che – proprio grazie a scrittori di primissimo livello come Lovecraft – si riesce a travalicare questi confini e si è in grado di tratteggiare, non solo sul fronte simbolico e allegorico, fenomeni compositi e […]

  

La rabbia dei vinti

Di seguito, l’articolo integrale (pp.311-316) uscito sull’ultimo numero de IL PENSIERO STORICO (Rivista internazionale di storia delle idee), in cui “parlo” del libro di Robert Gerwarth, La rabbia dei vinti. La guerra dopo la guerra 1917-1923. *   *   *   *   *   *   *   *   *   *   *   *   *   *   * Umiliazione, paura e sconcerto furono i sentimenti più comuni che scaturirono dalla carneficina della Prima Guerra Mondiale. Evento totalizzante ed eccezionale che spinse molti intellettuali a produrre romanzi eccelsi, commoventi memoriali, incantevoli e strazianti poesie nell’intenzione di saldare le intuizioni della cronaca più spicciola con uno scenario drammaticamente epico. […]

  

Il confine tradito

Un nuovo romanzo, dal titolo Il confine tradito, sulla storia del nostro confine orientale dal 1945 al 1954, è stato recentemente pubblicato da Leone editore (p. 392, euro 13) e scritto da Valentino Quintana, giornalista pubblicista, appassionato di letteratura e storia militare. Naturale sequel di Fratelli Contro (andato in stampa nel 2017), questa nuova opera, ambientata durante i 40 giorni di occupazione di Trieste, la strage di Vergarolla, la resistenza in Istria, la perdita della Venezia Giulia e i campi profughi sparsi nel territorio nazionale, la nascita del Villaggio Operaio poi Villaggio Giuliano – Dalmata, e quindi il ritorno di […]

  

Virus e diritti. Ritorno a Berlino Est

Sotto gli occhi di tutti quanti noi la progressiva limitazione dei diritti e delle libertà fondamentali durante il «lockdown» che, ora, in una fase di abbassamento della curva dei contagi e delle morti, sembra solo segnare il passo ma non attenuarsi del tutto. Federico Cenci, giornalista e scrittore, ci conduce lungo questi mesi difficili grazie ad un romanzo (Berlino Est 2.0, Eclettica Edizioni, euro 12) che è, allo stesso tempo, distopia e racconto, analisi su un tempo bislacco e inquiete confessioni. Un prospettiva di lettura diversa su un evento che sta cambiando le forme del nostro vivere. Di seguito, grazie […]

  

Il blog di Luigi Iannone © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>