Il fronte che arresta l’ideologia rossa

FOTOGRAMMA_20190114155348_28175461

“Matteo Salvini, il piccolo regalo è in arrivo”. Il primo a twittare, quando in Italia era da poco sorto il sole, è stato Eduardo, il figlio di Jair Bolsonaro. A questo post hanno fatto seguito altri messaggi, tutti scritti dal presidente brasiliano in persona. Uno su tutti: “Congratulazioni e conta sempre su di noi, ministro Salvini”. Domenica scorsa l’arresto di Cesare Battisti in Bolivia è stato reso possibile, oltre che dalla bravura e dalla competenza della nostra intelligence e delle nostre forze dell’ordine, dal nuovo asse che si è venuto a creare tra Roma e Brasilia dopo l’elezione di Bolsonaro. […]

  

Che errore la resa di Conte alla Ue

FOTOGRAMMA_20190108204052_28133993

Zero sbarchi. Per alcuni giorni sembrava che questo risultato storico, incassato da Matteo Salvini con la linea dura dei porti chiusi, potesse tenere per molto tempo. E tecnicamente ha ancora tenuto perché dall’inizio dell’anno nessuna nave delle Ong ha potuto mettere piede sul suolo italiano. Tuttavia, l’accordo raggiunto ieri tra Malta e l’Unione europea per distribuire gli immigrati, che si trovavano a bordo della Sea Watch e della Sea Eye, rischia di creare quel punto di rottura a lungo agognato da Bruxelles, che non può più scaricare in Italia chiunque sbarca, e dalle organizzazioni non governative, che con la Lega […]

  

Il futuro: ora

black-mirror-bandersnatch-netflix-review

Durante le vacanze di Natale ho giocato a Bandersnatch, l’ultimo, eclatante episodio di Black Mirror prodotto da Netflix. Più che una banale puntata di una serie tv, è un vero e proprio gioco. Perché a decidere le mosse e le sorti del protagonista alle prese (nel 1984!) con la programmazione di un nuovo, futuristico videogioco (che visto nel 2019 non può che far sorridere), è il telespettatore con un semplice click sul telecomando. Quando agli inizi degli anni Novanta (era il 1992) uscì Il Tagliaerbe, un film sulla realtà virtuale nato dalla brillante mente di Stephen King, internet non era […]

  

Giù le mani dal presepe

lapresse12

In tempo di Avvento molti preti si riscoprono politici. E la politica entra di prepotenza nella Natività snaturando il significato del Natale e di quella Sacra Famiglia che nella grotta di Betlemme ha trovato riparo e dove la Madonna ha dato alla luce Gesù. Nelle ultime settimane se ne sono viste e sentite di tutti i colori: parroci che invitano a non fare il presepe in segno di protesta al decreto Sicurezza, strutture che piazzano Gesù su un barcone di immigrati, preti che buttano Giuseppe, Maria e Gesù in mezzo ai rifiuti e arcivescovi che, durante l’omelia per la Messa di […]

  

I finti tutori della democrazia

Cattura

Stanno tornando alla ribalta i tutori della democrazia. Salgono sul pulpito per dare lezione e attaccare a testa bassa il governo che, per inciso, sta facendo di tutto per farsi attaccare. Tuttavia, questi patrioti della democrazia fanno quantomeno sorridere perché sono stati i primi, anni fa, a far scempio delle volontà democratiche del popolo italiano tramando con i poteri forti di Bruxelles e ribaltando un governo regolarmente eletto. Dopo esserci sorbiti per mesi l’ex ministro Elsa Fornero, che dava del fascista a Matteo Salvini perché stava lavorando per stralciare la sua riforma delle pensioni, nelle ultime ore è tornato in […]

  

Le turbo invidie dei grillini

FOTOGRAMMA_20181210155041_27963277

Non sono uno che si può permettere una supercar. Mi piacciono, per carità. Ma per le mie tasche costano troppo. Non sono nemmeno uno, però, che per invidia va a rompere le scatole a chi, invece, decide di mettersi alla guida di un Suv o di una coupé fiammante. I grillini, invece, covano livore nei confronti di chi sfreccia su questi bolidi. E così, mascherandosi dietro ai vessilli dell’ecologismo, vogliono infilare nella manovra economica un’imposta aggiuntiva che vada a penalizzare chiunque decida di comprare un’auto di lusso. Dicono che lo fanno unicamente per favorire l’acquisto delle auto meno inquinanti. In realtà, […]

  

Salvini, attento ai gilet gialli

FOTOGRAMMA_20181214120418_27995875

Mentre Emmanuel Macron si prepara ad affrontare il quinto atto della protesta, i gilet gialli dilagano in Europa. Questa mattina la rivolta lanciata dai francesi è stata ripresa da un gruppo di inglesi favorevoli alla Brexit, che ha bloccato il Westminster Bridge e altre strade della capitale, e dai collettivi studenteschi, che a Milano hanno marciato contro il governo bruciando in piazza il fantoccio di Matteo Salvini (video) e scandendo pesantissimo slogan anti leghisti. È da questa protesta anti sistema, che molto ha a che fare coi suoi alleati a Cinque Stelle, che il leader del Carroccio dovrebbe guardarsi per […]

  

La rivolta dei Paesi fondatori

LAPRESSE_20181211164444_27972415

Eravamo seduti su una polveriera. Ma solo adesso che sta bruciando possiamo sentire quanto scotta. L’ondata di protesta, che lo scorso 4 marzo ha travolto le urne italiane mettendo il Paese nelle mani di un’alleanza inedita e contro-natura, sta ora dilagando in Francia. E Bruxelles non può che prenderne atto: per la prima volta nella sua storia la tenuta dell’Unione europea viene profondamente messa in discussione. E a farlo sono due Paesi che l’hanno fondata. Finora il deficit francese era al 2,8%. Con le misure annunciate ieri sera dal presidente Emmanuel Macron lieviterà al 3,4%. Solo l’abolizione della tassa sui […]

  

La ladra rom trasformata in vittima

fotogramma - silvestri - SGOMBERO DEL CAMPO ROM DI VIA DIONE CASSIO

Ci sono delle notizie che finiscono per fare delle capriole senza senso e raccontare tutt’altra realtà. È accaduto, per esempio, in questi giorni a una fermata della metropolitana di Roma. Una ladra di etnia rom, come ce ne sono tante sui vagoni capitolini, ha provato a mettere le mani in tasca alla persona sbagliata. Sebbene fosse già stata fermata dai vigilantes, si è presa una scarica di botte da uno dei presenti ed è così diventata la bandiera degli anti razzisti che, in men che non si dica, l’hanno trasformata in vittima. Non importa che la rom abbia usato una […]

  

Grillini sfasciacarrozze d’Italia

LAPRESSE_20181204224340_27921626

Avrebbe dovuto essere la manovra economica dei tagli alla pressione fiscale. Avrebbe, appunto. Non solo la platea che beneficerà della flat tax è irrisoria e sfavorevolmente sbilanciata da chi, invece, percepirà (senza dover far alcunché) l’assegno del reddito di cittadinanza, ma si rischiano di continuo le incursioni dei grillini assetati di tasse che pur di trovare le coperture economiche sono disposti a mettere le mani nei portafogli degli italiani inventandosi nuovi, odiosi balzelli. L’ultima, in termini di tempo, è l’ecotassa sulle automobili. Un blitz nocivo per il Paese che, come è stato per la tassa sulle bibite gassate o i rincari sulle sigarette, mira […]

  

Il blog di Andrea Indini © 2019