La riforma insicurezza

Matteo Salvini a Bologna per la campagna elettorale in vista delle regionali in Emilia Romagna

Per il momento sono solo proposte. La linea, però, resta quella fissata da Repubblica tempo fa: “Cancellare Salvini”. La crociata è stata presa sul serio dal governo giallorosso che ieri, tra bisticci e divergenze, ha iniziato a buttar giù una prima bozza di riforma dei due decreti Sicurezza. L’intento delle misure volute dal Matteo Salvini quando sedeva al Viminale era combattere l’immigrazione clandestina, fermare gli assalti delle Ong alle nostre coste e dare un freno al business dell’accoglienza che per anni è stato la mangiatoia della sinistra nostrana. Ora Giuseppe Conte e Luciana Lamorgese stanno orchestrando il passo indietro che cancellerà i due […]

  

I banchi vuoti dei giustizialisti

LAPRESSE_20200212113633_31928182

Quando i magistrati si sono mossi per inchiodare Matteo Salvini al caso della Gregoretti, i Cinque Stelle hanno alzato i tacchi e lasciato da solo l’ex alleato leghista davanti al plotone d’esecuzione. Manco fossero stati assenti quando il Viminale (e con i suoi tecnici anche quelli di Palazzo Chigi e di altri ministeri) cercava di risolvere le sorti dei 131 immigrati irregolari che si trovavano sulla nave della Marina Militare. Gli dev’essere sembrata l’azione più efficace (a noi la più vile) per impallinare un nemico scomodo che macina terreno nei sondaggi: farlo sbranare da una sentenza che potrebbe portarlo in carcere per […]

  

I soliti odiatori

LP_8321222

Ci risiamo. Come da copione. Mentre l’Italia si stringeva attorno ai sopravvissuti dei rastrellamenti titini, ricordando il terribile martirio delle foibe, la sinistra vomitava il solito odio. Ancora una volta hanno cercato di sbraitare per coprire le preghiere che si alzavano nel Giorno del Ricordo. Si sono preparati con una buona settimana di anticipo. Giorni segnati da ogni sorta di negazionismo. Il tutto nel tentativo di mettere a tacere, come hanno sempre fatto, le barbarie del regime comunista in Jugoslavia. Il culmine, poi, si è toccato ieri con il Partito democratico che al sacrario di Basovizza, monumento nazionale sul Carso […]

  

Foto ricordo col re degli insulti

1580573387-fabrica

“Solo una foto, non pensavamo venisse strumentalizzata per associarci ai poteri forti”. Lascia basiti leggere la pezza che il capo branco, Mattia Santori, cerca di mettere dopo che si è infiammata la polemica per la gita dei pesci piddini alla corte dei Benetton. Ebbene, se fanno fatica a capire cosa disturba di quella foto che li ritrae sorridenti con Luciano Benetton e Oliviero Toscani alla “Fabrica”, il centro di “sovversione culturale” di Treviso, proviamo a farglielo capire sommessamente qui, nel loft. Non che crediamo possa servire a qualcosa ma ci proviamo rinfrescandogli la memoria su quanto siano false le loro campagne […]

  

Lo squalo Soros e le sardine

George Soros incontra i giornalisti a Bruxelles

Ci risiamo, ancora una volta, con George Soros che si erge a burattinaio del mondo. Lo fa mettendo sul banco un miliardo per finanziare un progetto che ha definito “il più importante” della sua carriera da finto filantropo: un network di università impegnate “nel pensiero critico” che si dovranno occupare, tra le altre cose, anche della difesa della democrazia da “dittatori” come Donald Trump o da “potenziali dittatori” come Matteo Salvini. Per fermare quest’ultimo ha già dato la propria benedizione alle sardine che in questi giorni sono, appunto, impegnate a contrastare l’avanzata del centrodestra in Emilia Romagna. Ancora una volta, […]

  

Il leone Sinisa e i conigli rossi

LAPRESSE_20200119182129_31680368

Ha visto di tutto nella sua vita Sinisa, figuriamoci se si fa scalfire da quattro conigli rossi che lo insultano e gli augurano la morte. Lui resterà sempre un leone, loro degli ignobili roditori che si attaccano a una tastiera per inveire contro chi non la pensa come loro. Ne ha viste tante Mihajlovic e oggi non si fa certo problemi a rilasciare un’intervista per dire che appoggia in tutto e per tutto Matteo Salvini. Non se li fa anche se siede sulla panchina di una squadra, il Bologna, la cui curva è più rossa che non ce n’è. E […]

  

In difesa del politicamente scorretto

seriesDetail_s31

Era nell’aria. Da qualche anno. I Simpson non avrebbero potuto resistere tanto a lungo sotto i colpi dei crociati del politicamente corretto. La prima testa a capitolare è quella di Apu Nahasapeemapetilon, o meglio quella di Hank Azaria, lo storico doppiatore del personaggio partorito dalla matita di Matt Groening. Già l’anno scorso, dopo le ripetute accuse di “stereotipare” gli indiani con connotati razzisti, era trapelata l’indiscrezione che il proprietario del minimarket di Springfield sarebbe saltato. Quella a cui assistiamo oggi è la triste vittoria dei cannibali della libertà di espressione. E a farne le spese è un cartone, il più longevo […]

  

La stagione della viltà

LAPRESSE_20200110153140_31583536

Dalla stagione del coraggio si è immancabilmente tornati alla stagione delle menzogne e delle viltà. In questo triste passaggio alcuni attori sono rimasti gli stessi. Altri ne sono subentrati creando un mix esplosivo di incompetenza e imperizia. Il risultato (devastante) era chiaro sin dai primi giorni di settembre quando hanno improntato tutta la propria azione di governo sulla discontinuità con le misure fatte approvare dalla Lega. Il caso Gregoretti è sicuramente lo specchio della foga con cui il nuovo governo ha voluto improntare la propria azione. Giorno dopo giorno si è macchiato di una lunga sequela di bugie per coprire […]

  

Il fallimento totale dell’Europa

Ursula Von der Leyen

Torniamo a chiedercelo ancora una volta: ma a cosa serve un’Unione europea che, a ogni occasione cruciale, non solo non riesce a esprimere una posizione vincente nello scacchiere mondiale, ma addirittura va in corto circuito al proprio interno finendo per rendere ininfluente persino il peso politico di qualsiasi Paese membro? Detto che l’attuale governo italiano è un caso patologico di incapacità strategica e diplomatica, come testimoniano il caso libico e quello iraniano, le cancellerie europee non stanno certo meglio e, negli ultimi dieci anni, hanno dato prova su prova della propria inadeguatezza. La carrellata degli episodi che possiamo qui esporre […]

  

L’odio islamista non è stato sconfitto

esecuzione nigeria

Un messaggio firmato con il sangue alla Nazione della Croce. Era il 15 febbraio del 2015. Ventuno egiziani copti, sequestrati in Libia qualche mese prima, vengono portati dai tagliagole dello Stato islamico su una spiaggia che guarda in faccia l’Italia. E da lì mandano un nuovo messaggio di minaccia all’Europa e all’Occidente: “Prima ci avete visti su una collina della Siria. Oggi siamo a sud di Roma… in Libia”. E ancora: “Avete buttato il corpo di Osama bin Laden in mare, mischieremo il suo sangue con il vostro”. Gli ostaggi sono tutti vestiti con la classica tuta arancione. Hanno giusto il tempo per […]

  

Il blog di Andrea Indini © 2020