Nella morsa dei tedeschi

GETTY_20181030155743_27655503

“Credo che non sia cambiato nulla in relazione alla capacità di negoziare in materia di questioni internazionali”. A chi ipotizza un ridimensionamento sul piano internazionale, Angela Merkel ha prontamente fatto sapere che, pur non ricandidandosi alla guida della Cdu e pur abbandonando la scena alla scadenza del mandato, intende continuare a concentrarsi sugli impegni di governo. E, sebbene abbia mollato (mediaticamente) la presa sull’Italia, da Berlino continuano ad arrivare pesantissime minacce all’esecutivo gialloverde. Sembra, infatti, che i tedeschi siano passati a un piano successivo per indebolire la figura di Giuseppe Conte in Europa: dopo gli attacchi verbali, hanno iniziato con le ritorsioni economiche per mettere in ginocchio […]

  

Stupratori a piede libero: quando la giustizia non collabora

7331651

Quest’estate, a Rimini, un 37enne venditore ambulante di rose originario del Bangladesh ha stuprato una ragazza a Rimini. Lo hanno riacciuffato nel giro di neanche ventiquattr’ore perché era già noto alle forze dell’ordine. In passato era già stato denunciato ben altre tre volte per violenza sessuale. In due casi, le vittime erano maggiorenni. Nel terzo caso si trattava di una minorenne. Cosa ci faceva ancora a piede libero? Le decisioni avventate di numerosi giudici italiani rimettono, molto spesso, in libertà violenti aggressori che, nel giro di poco tempo tornano a mietere vittime. Il caso di Rimini non ha fatto scuola e […]

  

Rinchiudete le bestie in gabbia

FOTOGRAMMA_20181025092738_27611623FOTOGRAMMA_20181025092739_27611625

Dodici ore nel rudere abbandonato. Dodici ore di violenze. Le indagini sulla morte di Desirée Mariottini raccontano l’inaudita brutalità di un branco formato non da uomini ma da bestie. Tre immigrati, tutti e tre africani (due senegalesi e un nigeriano), tutti e tre irregolari. Non avrebbero dovuto essere nel nostro Paese, ma qui vivevano, ai margini della società, vendendo morte in cristalli di eroina. A Desirée non si sono limitati a vendere droga ma, dopo averla tenuta d’occhio per alcuni giorni, l’hanno stordita e l’hanno stuprata mentre era incosciente. Infine, l’hanno lasciata morire. Le storie di queste tre bestie raccontano […]

  

Per attaccare Salvini i centri sociali stanno con assassini e stupratori

ef7f70a0-7367-41d1-a6b2-d3bb9103bdffLAPRESSE_20181024135839_27604268

Anziché rivolgere le urla contro quella casa di morte, dove spadroneggiano spacciatori e assassini, i centri sociali le hanno gridate contro Matteo Salvini che voleva andare di persona dove Desirée Mariottini è stata drogata, stuprata e ammazzata da un branco, probabilmente formato da sei o sette immigrati. “Sciacallo, sciacallo!”, hanno strepitato gli antagonisti scandendo, fino allo sfinimento, slogan indecenti e impedendo così al ministro dell’Interno di posare una rosa in memoria della 16enne di Cisternina di Latina (guarda il video). Quello di Salvini avrebbe dovuto essere un atto simbolico. La presenza dello Stato, nel capo del titolare del Viminale, in un […]

  

La linea dura

LAPRESSE_20181022152105_27586946

Niente di nuovo sotto il sole. Sta procedendo tutto secondo copione. Forse qualcuno a Bruxelles si sarebbe aspettato un passo indietro da parte del governo Conte. Ma i gialloverdi hanno tenuto duro e hanno messo per iscritto, nella lettera consegnata oggi dal ministro dell’Economia Giovanni Tria (leggi qui), di non essere disposti a rivedere i termini della manovra economica. Si sono limitati a promettere, “qualora i rapporti debito/Pil e deficit/Pil non dovessero evolvere in linea con quanto programmato”, a “intervenire adottando tutte le misure necessarie affinché gli obiettivi indicati siano rigorosamente rispettati”. Niente di nuovo sotto il cielo. Chi si stupisce, non […]

  

La birra dell’ipocrisia (europea)

LAPRESSE_20181017221250_27549693LAPRESSE_20181017220952_27549633

“Per me una birra”. “Una anche per me”. “Faccia quattro e ci porti pure qualche patatina”. Ieri sera, intorno alle 23.30, c’è stato un fuori programma al termine della prima giornata del Consiglio europeo. Dopo la cena di lavoro, che ha aperto il summit, Angela Merkel e Emmanuel Macron hanno raggiunto il belga Charles Michel e il lussemburghese Xavier Bettel sulla terrazza di un bar della Grand Place, in pieno centro a Bruxelles. L’assenza di Giuseppe Conte è stata fatta notare da Repubblica sottolineando che il premier italiano “resta solo in albergo” perché i big dell’Europa non vogliono prendere con lui nemmeno una birra. Quello che […]

  

Il razzismo rosso che non fa notizia

FOTOGRAMMA_20181012120305_27507225FOTOGRAMMA_20181012120514_27507266

A leggere le dichiarazione terrorizzate della solita sinistra facinorosa il germe nazifascista si sarebbe impossessato di Lodi, cittadina lombarda dove il sindaco (della Lega), Sara Casanova, si è messa in testa – guarda un po’ – di far rispettare le leggi e di non favorire, come succede nella stragrande maggioranza dei casi, gli immigrati. Apriti cielo. Le sono piombati addosso insulti, improperi e minacce. La stanno accusando di razzismo e discriminazione, ma la vera discriminazione si sta consumando, nelle stesse ore, contro quelle persone della società civile che si sono schierate al fianco di Matteo Salvini. Contro di loro la […]

  

Lo spettro della Troika

15eco1-draghi-lapresse

Troika. Se ne inizia a parlare, sottovoce. Il primo a evocarla è stato il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, paragonando l’Italia alla Grecia. Un’evocazione che ora trova riscontro nell’avvertimento fatto trapelare ieri sera dai corridoi dell’Eurotower. La Bce di Mario Draghi ha già messo in chiaro che non interverrà per aiutare l’Italia nel caso in cui il governo o il settore bancario dovessero essere a rischio liquidità. Per ottenere qualsiasi tipo d’aiuto, il premier Giuseppe Conte dovrà prima concordare con Bruxelles un piano di salvataggio. Dovrà, cioè, mettere il Paese nelle mani della Troika. Proprio come fece la Grecia […]

  

Dalla parte di chi si difende. Sempre

MARTELLI

Parliamoci chiaro: se qualcuno ti entra in casa, non stai troppo ad andare per il sottile. Se hai la possibilità, ti difendi. Poi pensi alle conseguenze. Se poi in casa ci sono tua moglie e i tuoi figli, l’obiettivo è uno solo: proteggerli, anche a costo della tua stessa vita. Tutto questo mi sembra sacrosanto e anche di elementare comprensione. Eppure c’è chi lucra su questo istinto di sopravvivenza: c’è una certa sinistra che pone dei distinguo, c’è una certa magistratura che nel dubbio indaga le vittime, c’è pure qualche giurista che arriva a teorizzare che la difesa non è sempre […]

  

Ma il “piano B” è già in atto?

FOTOGRAMMA_20180923165456_27343564LAPRESSE_20181001163445_27417682

“Con una moneta nostra, risolveremmo molti problemi”. Prima Claudio Borghi ha lanciato la bomba, poi ha ritrattato. L’impatto è stato devastante, almeno nell’immediato. L’euro ai minimi, il differenziale tra i Btp decennali e i Bund tedeschi a quota 300 punti base e i listini nuovamente in sofferenza. Viene, dunque, da chiedersi se le dichiarazioni sulla fuoriuscita dall’euro, in un momento tanto delicato per l’Italia, siano solo una svista dell’economista del Carroccio o se rientrino in un disegno ben preciso, quello cioè di mettere in atto il “piano B” teorizzato da Paolo Savona (leggi qui) per scardinare l’Unione europea dal suo interno. […]

  

Il blog di Andrea Indini © 2019